Martedì 17 Settembre 2019 ore 06:22
Governo, Conte: Oggi rassegno dimissioni da Premier. In Aula scontro con Salvini
"Mi recherò dal presidente della Repubblica per comunicare la fine dell'esperienza di governo e rassegnare nelle sue mani le dimissioni da presidente del consiglio"

Mentre Giuseppe Conte parla al Senato, Salvini prende appunti, si tocca il naso, alza le sopracciglia.
Un controdiscorso, un commentario in diretta delle parole del premier, affidato alla mimica facciale e dei gesti. La Lega "viene meno al solenne impegno assunto a inizio legislatura", dice Conte. E Salvini alza platealmente le sopracciglia. Poi quando Conte accusa la Lega di "irresponsabilità" e di aver premesso "gli interessi di partito" a quelli del Paese, dai banchi della Lega arrivano aperte contestazioni che Salvini placa a stento. Prima con la mano, poi con le mani giunte in segno di preghiera, infine col pollice in segno di intesa, rivolto ai suoi.

"La verità è che all'indomani del voto europeo, Salvini ha posto in essere un 'operazione di distacco e pretesto per lasciare il governo". E' l'accusa centrale che il premier Giuseppe Conte rivolge al vicepremier Matteo Salvini, intervenendo nell'Aula del Senato. "Questa decisione tuttavia ha compromesso il lavoro sulla legge di bilancio", aggiunge Conte. Mentre il premier parla Salvini al suo fianco ha commentato prima scuotendo il capo, quindi a parole: "Questa è una balla proprio". Conte gli risponde, fuori microfono: "Se vuoi te lo dimostro". E Salvini: "Quando ti pare". 

 "Far votare i cittadini è l'essenza della democrazia, sollecitarli a votare ogni anno è irresponsabile". Così il premier Giuseppe Conte in aula al Senato.

 "Le decisioni della Lega che ha presentato una mozione di sfiducia e l'immediata calendarizzazione e i comportamenti seguenti mi impongono di interrompere qui questa esperienza di governo"

"Alla fine del dibattito parlamentare mi recherò dal presidente della Repubblica per comunicare la fine dell'esperienza di governo e rassegnare nelle sue mani le dimissioni da presidente del consiglio". Così il premier Giuseppe Conte. 

"Giuseppe Conte si dimette. Il suo governo ha fallito ma il presidente del consiglio lascia con stile. Tra poco intervengo in Senato". Così Matteo Renzi su Twitter. 

 


(Rai/Bol/ Dire) 


ARTICOLI CORRELATI
"Un discorso suicida, offensivo, dilettantesco, di un non presidente del consiglio che non è in grado di governare la crisi, ma la sente come un insulto personale"
"Restituiamo finalmente un futuro a 6 milioni e mezzo di persone che fino ad oggi hanno vissuto in condizione di povertà"
Respinta dal Senato l'ipotesi di discutere domani la sfiducia al premier
I PIU' LETTI IN POLITICA
GIORNO SETTIMANA MESE
1
Salvini era stato facile profeta: ma la Ocean Viking che sbarca a Lampedusa fa infuriare anche il sindaco dell’isola
Data di pubblicazione: 2019-09-15 08:29:34
2
Renzi spiegherà la sua decisione martedì 17 settembre, in una intervista a 'Repubblica' e a 'Porta a Porta'
Data di pubblicazione: 2019-09-16 23:30:06
1
L'ex sottosegretario alla Presidenza del Consiglio sta vivendo un momento di grande popolarità, grazie anche al birichino utilizzo dei social
Data di pubblicazione: 2019-09-02 13:52:50
2
Nata a Ceglie Messapica nel 1958, la neo titolare dell’Agricoltura ha solo la licenza media ma si è fatta un mazzo così con la vanga in mano
Data di pubblicazione: 2019-09-06 09:16:26
3
Giovedì alle 10:00 il giuramento del nuovo esecutivo
Data di pubblicazione: 2019-09-04 20:44:49
4
Il discorso del Premier Bis regala, as usual, molto fumo e poco arrosto. E una serie di nodi che prima o poi dovranno venire al pettine
Data di pubblicazione: 2019-09-10 08:51:06
5
Nuovo round della trattativa M5S-Pd, ma difficilmente il Quirinale darà il disco verde a un Conte-bis senza garanzie
Data di pubblicazione: 2019-09-01 07:55:07
Il Quotidiano del Lazio.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]