Giovedì 21 Novembre 2019 ore 18:04
AFFARI STELLARI
Finché c'è guerra c'è speranza: 890 milioni di nostre armi vendute alla Turchia
Tra i materiali autorizzati: munizioni, bombe, siluri, arazzi, missili e accessori oltre ad apparecchiature per la direzione del tiro, aeromobili e software

Lo sapevate che la Turchia è uno dei principali clienti dell’industria bellica italiana, con vendite autorizzate per 360 milioni di euro solo nel 2018? Con l'avvio delle operazioni militari in Siria, la Turchia diventa un Paese in stato di conflitto armato, a cui secondo la legge 185/90 come sostiene Francesco Vignarca coordinatore delle Rete Italiana Disarmo.

La Rid esprime forte preoccupazione: "chiediamo con forza al Governo italiano di adoperarsi per fermare un’escalation di conflitto inaccettabile", afferma Vignarca.  La Rete Italiana per il Disarmo chiede formalmente al Ministro degli Esteri Luigi Di Maio che vengano sospese con effetto immediato tutte le forniture di armamenti e sistemi militari verso la Turchia, secondo quanto previsto dalla legge 185 del 1990 che impedisce di inviare armi a Paesi in stato di conflitto armato. 

"Negli ultimi quattro anni l’Italia ha autorizzato forniture militari per 890 milioni di euro alla Turchia e consegnato effettivamente materiale di armamento per 463 milioni di euro", sottolinea Vignarca. In particolare nel 2018 sono state concesse 70 licenze di esportazione definitiva per un controvalore di oltre 360 milioni di euro. Tra i materiali autorizzati: armi o sistemi d’arma di calibro superiore ai 19.7 mm, munizioni, bombe, siluri, arazzi, missili e accessori oltre ad apparecchiature per la direzione del tiro, aeromobili e software. "Mi aspetto che tutti questi trasferimenti vengano bloccati, perché la Legge 185/90 impedisce vendite a Paesi in conflitto".

 


ARTICOLI CORRELATI
L’omicidio del giornalista svela un complicato scacchiere che potrebbe far saltare le economie di mezzo mondo
L’attaccante originario di Valmontone ha dedicato la rete alla moglie, Federica Riccardi, in dolce attesa
L'ordigno risale alla seconda guerra mondiale, una bomba da mortaio del calibro di 81 millimetri e il peso di 2 chili e mezzo
I PIU' LETTI IN CRONACA
GIORNO SETTIMANA MESE
1
"Un intervento importante, interamente finanziato con fondi comunali per un costo di circa 500mila euro netti"
Data di pubblicazione: 2019-11-21 11:24:15
2
L'intervento della GdF con più di cento uomini che stanno perquisendo società e abitazioni da Roma a Napoli
Data di pubblicazione: 2019-11-21 10:42:59
3
I genitori di Luca Sacchi iniziano indagini autonome e nuove richieste da parte dei loro legali
Data di pubblicazione: 2019-11-21 09:19:07
1
Un 56enne romano alla guida della propria auto, dopo aver perso il controllo del mezzo, ha investito un runner di 66 anni nei pressi di un cavalcavia
Data di pubblicazione: 2019-11-18 10:08:13
2
Sul cadavere dell'anziana, che potrebbe essere deceduta per un incidente domestico, è stata disposta l'autopsia
Data di pubblicazione: 2019-11-19 11:25:36
3
.Evacuate 20 persone che si trovavano nei 12 appartamenti. Nessuno è rimasto ferito o intossicato
Data di pubblicazione: 2019-11-18 10:35:53
4
Le conseguenze ricadono quotidianamente sui cittadini e i pendolari che usufruiscono del servizio
Data di pubblicazione: 2019-11-17 12:24:29
5
Devastazione e danneggiamenti ovunque nel Lazio
Data di pubblicazione: 2019-11-17 15:34:17
1
Nella tarda mattinata di sabato 9 Novembre sono stati chiamati i soccorsi per un incidente a un operatore della discarica di rifiuti
Data di pubblicazione: 2019-11-09 12:31:31
2
Il toccante messaggio d'addio che il figlio dell'operaio morto nella discarica in seguito ad un incidente con un automezzo, affida al suo profilo Facebook
Data di pubblicazione: 2019-11-10 20:39:48
3
L'epicentro a sud est di Balsorano in provincia dell'Aquila. Traffico ferroviario sulla linea Roma- Cassino sospeso per accertamenti. Scuole chiuse nel frusinate
Data di pubblicazione: 2019-11-07 18:43:15
4
A causa delle avverse condizioni meteo, sono stati molti gli interventi della Protezione Civile nella zona dei Castelli Romani. Interessati dalla tromba d'aria anche Velletri, Albano e Lanuvio
Data di pubblicazione: 2019-11-12 21:15:38
5
Programmata una manifestazione per Giovedì 7 Novembre alle 18 al teatro "Le Sedie" di Labaro per far sentire la voce dei Comuni interessati e di tutti i passeggeri
Data di pubblicazione: 2019-11-03 22:06:09
Il Quotidiano del Lazio.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]