Domenica 15 Dicembre 2019 ore 05:53
SCOPERTE SCIENTIFICHE
Università di Boston, nuova scoperta: il lavaggio del cervello avviene nel sonno
Il lavaggio del cervello accade mentre dormiamo, l'incredibile scoperta pubblicata sulla rivista scientifica statunitense "Science" dell'Università di Boston

Accade ogni notte mentre dormiamo e influisce positivamente sulla nostra salute, è il lavaggio del cervello; questo incredibile processo accade grazie all'attivazione di un fluido corporeo trasparente contenuto nel nostro sistema nervoso centrale: il liquido cerebrospinale. In pratica è stato scoperto che mentre dormiamo, il sangue contenuto nel cervello, lascia spazio al liquido cerebrospinale che autoregola e gestisce la presenza del sangue nel cervello; questo naturale processo consentirebbe l'eliminazione delle proteine tossiche che danneggiano la memoria. A rivelare la straordinaria notizia, pubblicata sulla rivista scientifica "Science", è stato un gruppo di ricercatori della Boston University. "Sappiamo da tempo che ci sono queste onde elettriche di attività dei neuroni ma prima d'ora non avevamo capito che in realtà ci sono anche onde nel liquido cerebrospinale", ad affermarlo è stata Laura Lewis, autrice insieme ad altri ricercatori della scoperta.

I vantaggi della scoperta

Grazie allo studio sarà possibile per la prima volta acquisire immagini del liquido cerebrospinale durante il sonno, i ricercatori credono che quest'analisi  potrebbe portare a ulteriori scoperte su disturbi neurologici e psicologici, spesso legati al sonno, come l'autismo e il morbo di Alzheimer. Inoltre l'abbinamento delle onde celebrali con il flusso di sangue e il liquido cerebrospinale potrebbe procurare spunti sui problemi legati all'invecchiamento. Come sostengono i ricercatori e autori dello studio, infatti, sembrerebbe che con l'avanzare dell'età il cervello riduce la produzione delle onde celebrali che agiranno in maniera più lenta; questa lentezza procurerebbe conseguenze sulle pulsazioni del liquido cerebrospinale e a causa dell'accumulo delle proteine tossiche, che non vengono più eliminate in maniera adeguata, avverrebbe un declino delle capacità cognitive.

Fonte: Adnkronos.com

Leggi anche: 

Pennsylvania, scoperto prelievo di sangue che pronostica il tumore al cervello

 


ARTICOLI CORRELATI
È stata la sua compagna, che gli dormiva accanto, a accorgersi che l’uomo era ormai senza vita
La AS Roma si prepara ad affrontare le 4 amichevoli in casa statunitense
Il rinnovo del bosniaco è tra gli argomenti all'ordine del giorno nella riunione di Boton
I PIU' LETTI IN SALUTE E BENESSERE
GIORNO SETTIMANA MESE
Il Quotidiano del Lazio.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]