Martedì 19 Novembre 2019 ore 13:51
"UN PAESE SISMICO CHE FINGE DI NON ESSERLO"
Terremoti e scuole chiuse: basterebbe fare prevenzione, dice Mario Tozzi
Il terremoto di ieri 7 novembre a Balsorano riaccende il dibattito sulla prevenzione anti-sismica, ne parliamo con il geologo Mario Tozzi

Buongiorno dottor Mario Tozzi, geologo, saggista e divulgatore scientifico; ci può dire qualcosa sul terremoto che c'è stato ieri alle 18:35 a Balsorano (Aquila)?

Si è trattato di un terremoto di quelli tipici dell'Appennino centrale, e delle sequenze aquilane, quindi un terremoto come quelli che si verificano spesso in quella zona sensibile. Un terremoto tra l'altro di magnitudo 4.6 quindi medio-bassa. un terremoto che può essere pericoloso solo se non si progetta e costruisce in modo adeguato. 

I terremoti non sono prevedibili, ma la nostra prevenzione è in nostro potere? Oggi molte scuole vicine all'area dell'epicentro sono chiuse...

Non ci sarebbe alcun bisogno di chiudere le scuole per terremoti di questo tenore, basterebbe che fossero costruite bene. Terremoti come questo, di magnitudo medio-bassa fanno danni solo dove non c'è stata prevenzione. Una delle misure sono i soffitti e solai solidali con le pareti. Anche le costruzioni vecchie possono essere adeguate con poca spesa.

Bisogna prepararsi perché l'Italia è un paese sismico, ma si fa finta che non lo sia.

Francamente un terremoto nell'Appennino non può essere una sorpresa, ed è ridicolo e pericoloso fare finta che lo sia, non adeguando le abitazioni e le strutture pubbliche all'elevata sismicità del nostro paese.

 

Come mai un terremoto di magnitudo non eccezionale come quello di ieri è stato avvertito in modo così importante anche nelle province laziali e a Roma?

La propagazione delle onde sismiche dipende dalla qualità e dalla composizione del suolo e del terreno, dunque da cause squisitamente geologiche. E quindi anche dalla struttura di connessione di questi materiali nel sottosuolo profondo. Non solo, quindi,  dalla forza del terremoto.

 

Leggi anche: 

Terremoto. Treni linea Roma - Cassino: circolazione sospesa, corse cancellate

Crepe negli aerei. Anche Ryanair ferma tre Boeing 737


ARTICOLI CORRELATI
L’abitante delle zone colpite dal sisma ha portato alla luce cose impensabili, inimmaginabili
Tre terremoti tra le 16.44 e le 17.56, scossa più forte di 2,2 gradi Richter. Sotto osservazione la zona tra Roma Est e Guidonia
Il senatore di Ala: "Sono stati loro a decidere di rimanere sotto le tende e ora si lamentano: si sapeva che per le case ci sarebbero voluti mesi"
I PIU' LETTI IN INTERVISTE
GIORNO SETTIMANA MESE
1
LA DENUNCIA DI UN ESPERTO SULL'INADEMPIENZA E UN ESEMPIO VIRTUOSO Maltempo e mala gestione: solo 220 uomini per tutta Roma e provincia FOTO
Vigili del Fuoco: solo 220 pompieri per Roma e comuni, è un pericolo per tutti, ma c'è anche il modello esemplare di Civitavecchia
Data di pubblicazione: 2019-11-17 10:24:53
1
Il terremoto di ieri 7 novembre a Balsorano riaccende il dibattito sulla prevenzione anti-sismica, ne parliamo con il geologo Mario Tozzi
Data di pubblicazione: 2019-11-08 09:28:51
2
Il tour dello spettacolo "L'impossibile fino alla fine" dedicato al "Califfo" parte giovedì 21 al Teatro Petrolini di Roma
Data di pubblicazione: 2019-11-16 16:23:17
3
LA DENUNCIA DI UN ESPERTO SULL'INADEMPIENZA E UN ESEMPIO VIRTUOSO Maltempo e mala gestione: solo 220 uomini per tutta Roma e provincia FOTO
Vigili del Fuoco: solo 220 pompieri per Roma e comuni, è un pericolo per tutti, ma c'è anche il modello esemplare di Civitavecchia
Data di pubblicazione: 2019-11-17 10:24:53
Il Quotidiano del Lazio.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]