Domenica 15 Dicembre 2019 ore 06:37
I DUE AVEVANO FILMATO LO STUPRO RIDENDO
Francesco Chiricozzi e Riccardo Licci: condannati gli stupratori di Viterbo
Due ex militanti di Casapound condannati a tre anni di carcere per aver violentato una 36enne di Viterbo

La violenza sessuale risale allo scorso 12 aprile ed è avvenuta al pub “Old Mennners” di Viterbo, e oggi gli stupratori hanno una condanna e non più solo un volto.

La condanna per i due ragazzi, ex militanti di Casapound, prevede tre anni per Francesco Chiricozzi e due anni e dieci mesi per Riccardo Licci. Secondo il difensore della donna violentata, si tratta di una pena non soddisfacente. La vittima dello stupro, una 36enne di Viterbo, ha subìto un trauma che la turberà per tutta la vita. Inoltre commenta che 40mila euro di danni sono ben poca cosa e che richiederanno un appello.

La sera dello stupro

Li aveva conosciuti al pub la sera dello stupro e li aveva poi seguiti in un altro locale dove i due le hanno offerto da bere dicendo che il pub fosse di loro proprietà, e la donna da quel momento ha iniziato a sentirsi male, forse stordita da qualche stupefacente o tranquillante.

I ragazzi avevano dichiarato che il rapporto con la donna era consensuale, ma i lividi, un dito rotto e l'occhio nero sul corpo della vittima raccontavano un'altra storia, inoltre a incastrare i due stupratori un video della durata di circa dieci minuti, anche se la violenza sembra durata molto di più, circa due ore. Le immagini del video sono palesi, spiegano anche le forze dell'ordine, che tempestivamente il 13 aprile, quindi il giorno seguente la violenza, hanno arrestato i due. Nel video si sente Chiricozzi che dice perfino “non fare così, divertiamoci un po'...”.

La terribile storia di violenza ha rivelato i suoi colpevoli ma non è ancora conclusa.

Leggi anche:

Maltempo, Pomezia: lunedì scuole chiuse per ulteriori verifiche

L'attore Carlo Mucari: Califano poeta e letterato, gli dedico uno spettacolo


ARTICOLI CORRELATI
Contrari all'incontro Pd e Sel, ma la conferenza si è svolta regolarmente
Era stato il candidato di CasaPound alle elezioni comunali di Viterbo. Il raid sarebbe una "spedizione punitiva" per una lite avvenuta alla Garbatella
Giudicato per direttissima dopo la sostituzione simbolica della bandiera dell'UE
I PIU' LETTI IN CRONACA
GIORNO SETTIMANA MESE
1
Dopo le piogge violente del mese di novembre, masse di terreno si staccano, danni ingenti
Data di pubblicazione: 2019-12-03 09:41:30
2
Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco per estrarre la donna dall'abitacolo rimasta ferita
Data di pubblicazione: 2019-12-13 19:41:59
3
Un uomo di nazionalità italiana conservava beni archeologici antichissimi, la custodia al museo di Colleferro
Data di pubblicazione: 2019-12-12 08:30:00
4
I finanzieri coordinati dalla Direzione Distrettuale Antimafia stanno eseguendo nelle province di Roma, Latina, Napoli e Bari 16 ordinanze di custodia cautelare
Data di pubblicazione: 2019-12-02 11:41:22
5
Treni vecchi e spesso guasti, ritardi costanti e stazioni fatiscenti; i pendolari dicono basta
Data di pubblicazione: 2019-12-03 10:47:43
Il Quotidiano del Lazio.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]