Sabato 07 Dicembre 2019 ore 23:31
LO SAPEVATE CHE...
Cessione del quinto e delega di pagamento nel 2019
Esiste un collegamento fra cessione del quinto e delega di pagamento?

Esiste un collegamento fra cessione del quinto e delega di pagamento? Ti proponiamo una guida con ciò che affermano le normative a tal riguardo nel 2019. In effetti è possibile trovare una correlazione tra i due tipi di prestiti, perché entrambi funzionano in modo del tutto simile. Sia con la cessione del quinto che con la delega di pagamento hai la possibilità di ottenere dei finanziamenti disponibili per far fronte a dei debiti che hai contratto. Entrambi i finanziamenti si rivelano piuttosto comodi, dando la possibilità al debitore di pagare nel corso del tempo, senza appesantire troppo il suo budget mensile. Ma spieghiamo bene come funzionano.

Che cos’è la cessione del quinto

La cessione del quinto, come viene spiegato anche sul sito https://prestitimag.it/cessione-del-quinto-stipendio/, è una forma di finanziamento di cui possono usufruire soprattutto i lavoratori dipendenti e i pensionati. Il principio fondamentale di questo finanziamento si basa sul fatto che il lavoratore o il pensionato pagano delle rate mensili pari ad un quinto del proprio stipendio o della propria pensione.

Le rate vengono trattenute direttamente dallo stipendio, nel caso del lavoratore, o dalla pensione, nel caso del pensionato. Ad effettuare la trattenuta della somma delle rate sono il datore di lavoro o l’ente pensionistico. Di solito le banche a cui ti rivolgi per chiedere un finanziamento con la cessione del quinto sono disponibili a concederlo, perché questa forma di prestito garantisce il fatto che rimborserai le rate.

Che cos’è la delega di pagamento

La delega di pagamento funziona in modo del tutto simile alla cessione del quinto. Infatti consiste nel trattenere una parte del tuo stipendio, che viene ceduta ai creditori, rimborsando il debito che hai dovuto contrarre.

Quindi il debito viene rimborsato mediante delle trattenute dirette sulla busta paga o sulla pensione, sempre, come succede nella cessione del quinto, nella misura massima di un quinto dello stipendio o della pensione.

La delega di pagamento può essere applicata anche se già hai una cessione in corso. Quindi, anche se già stai usufruendo della cessione del quinto, puoi impegnare un altro quinto del tuo stipendio o della pensione, andando a cedere mensilmente due quinti.

L’importo e la durata del finanziamento

Per riuscire ad essere consapevole di come funzionano queste due forme di finanziamento e per comprendere con precisione qual è l’importo massimo che puoi ottenere attraverso il prestito con delega, devi considerare diversi fattori.

In particolare tutto dipende, in termini di importo che puoi ottenere, da quanto percepisci con lo stipendio o con la pensione e da quanti altri impegni hai già in corso. In genere il prestito con delega è molto vantaggioso anche per quanto riguarda la durata, perché può essere esteso fino a 120 mesi, ovvero 10 anni.

Così, durando nel tempo, le rate saranno più ridotte e puoi comunque disporre di un budget mensile adeguato a sostenere le altre tue spese.

Ricordati che il prestito con delega ti viene erogato attraverso un assegno circolare o tramite un bonifico bancario. Sarai tu stesso a scegliere il conto corrente, sul quale ricevere la cifra che hai richiesto.

Normalmente il conto corrente, sul quale ricevi l’importo del finanziamento, viene a coincidere con quello in cui avviene l’accredito dello stipendio o della pensione.

La rinegoziazione e il rinnovo del prestito con delega

Così come già avviene con la cessione del quinto, anche con il prestito con delega puoi procedere ad una rinegoziazione per il rinnovo. Se tu hai la disponibilità finanziaria o comunque preferisci procedere con una rinegoziazione, puoi rinnovare anticipatamente il finanziamento con delega e in questo modo puoi recuperare anche gli interessi che non sono ancora maturati.

Molto importante è anche sapere che la delega di pagamento prevede, secondo la legge, anche delle coperture assicurative. Sono le stesse assicurazioni che si devono stipulare anche nel caso della cessione del quinto e che vanno a tutelare il soggetto che eroga il finanziamento.

L’assicurazione serve a coprire il rischio di cessazione del servizio, quindi la perdita del lavoro per qualsiasi causa, e il rischio vita, che può dipendere dalla morte prematura del dipendente, soprattutto in caso di decesso che avvenga prima che il debito sia completamente estinto.

Informati bene anche facendoti rilasciare un preventivo che comprenda le spese che devi sostenere per le coperture assicurative.


ARTICOLI CORRELATI
La cessione del quinto è un finanziamento non finalizzato, non è necessario specificare il motivo per cui si richiede
Aluffi (Confartigianato): "Non sono grandi importi ma rappresentano comunque un elemento di rilancio per le piccole imprese. Auspichiamo che questa opportunità non venga sprecata"

I fondi esauriti in 45 minuti. L'assessore Guido Fabiani:"Abbiamo colto nel segno"
I PIU' LETTI IN RUBRICHE
GIORNO SETTIMANA MESE
1
LO SAPEVATE CHE... EaseUS Todo Backup
Ogni giorno scattiamo foto, registriamo video, creiamo documenti e installiamo programmi, rendendo il nostro dispositivo un vero e proprio archivio
Data di pubblicazione: 2019-12-03 18:52:41
2
Ci sono dei beni di consumo che hanno, sul mercato del nuovo, un costo che spesso è molto elevato
Data di pubblicazione: 2019-12-05 17:03:45
3
Gli italiani appassionati di casinò sono migliaia in Italia, e la prova viene data dai numeri di settore
Data di pubblicazione: 2019-12-06 16:02:19
1
LO SAPEVATE CHE... EaseUS Todo Backup
Ogni giorno scattiamo foto, registriamo video, creiamo documenti e installiamo programmi, rendendo il nostro dispositivo un vero e proprio archivio
Data di pubblicazione: 2019-12-03 18:52:41
2
Ci sono dei beni di consumo che hanno, sul mercato del nuovo, un costo che spesso è molto elevato
Data di pubblicazione: 2019-12-05 17:03:45
3
Gli italiani appassionati di casinò sono migliaia in Italia, e la prova viene data dai numeri di settore
Data di pubblicazione: 2019-12-06 16:02:19
Il Quotidiano del Lazio.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]