Sabato 28 Marzo 2020 ore 10:32
3 DICEMBRE - A CURA DI VITTORIO SGARBI
Teatro Eliseo mostra di opere di Plinio Mesciulam
Nei mesi di dicembre e gennaio, il Teatro Eliseo ospita la mostra del grande Maestro genovese, artista, pittore e scultore dal dopoguerra a oggi

Il novantatreenne Plinio Mesciulam è entusiasmo, segni e colori alla ricerca di novità e di rielaborazioni del suo stesso passato.

Concentrato sulla complessità, sul contrasto degli elementi e la loro compenetrazione, dice Avevo preparato un’autobiografia, l’ho conclusa con "sono un cretino", massima forma di narcisismo, l’autoflagellazione. Me l’hanno censurata e non se n’è fatto più niente.

Nei mesi di dicembre e gennaio, il Teatro Eliseo ospita la mostra del grande Maestro genovese, artista, pittore e scultore dal dopoguerra a oggi.

Le opere esposte al Teatro Eliseo – spiega – sono lavori in cui anche la cornice conta, in cui c’è un rapporto della pittura con l’architettura, perché la cornice è architettura. Sono opere tridimensionali a parete, di legno e carta pressata ricoperta di colla e vernice, di cui soltanto due ‘a tutto tondo’ e che dunque figurano come sculture.

E aggiunge: Artisticamente sono nato a Roma con la Quadriennale del ’48, nella sala dove c‘erano tutti i maestri dell’astrattismo italiano tra cui Fontana e Munari, che allora si stavano affermando a livello mondiale e nazionale. Loro però erano già dei maestri, io ero un giovane esordiente e fui contento quando lo stesso Fontana e Tullio d’Albisola, al secolo Tullio Mazzotti, eclettico e brillante ceramista del movimento futurista italiano, acquistarono le mie opere.

Fondatore tra l’altro del movimento artistico "Mohamed, centro di comunicazione ristretta", che coinvolge artisti di tutto il mondo e che è stato definito da Pierre Restany ‘l’anticipazione di Internet’ perché, sostiene l’artista genovese, basato sul concetto connettivo e non collettivo, Plinio Mesciulam è presente oggi con le sue ricerche e sperimentazioni nella Library del The Getty Research Institute, dove è conservata la documentazione di più di mille ‘comunicazioni’ di Mohammed tra pitture, disegni, poesie, scritti.

Ho avuto la fortuna di essere sostenuto da tanti critici d’arte come Dorfles, Bellasi e Barilli – racconta – ma devo la mia affermazione nel ’77 a Francesca Alinovi, che è stata molto importante per me perché mi ha permesso di fare una manifestazione internazionale, la prima mostra in Italia sulle performance, cosa per cui la Alinovi è stata definita da Vittorio Sgarbi ‘la sacerdotessa delle performance’.

Teatro Eliseo

Via Nazionale 183 – 00184 Roma

Ingresso libero

Inaugurazione martedì 3 dicembre ore 18.00

È possibile visitare la mostra nei seguenti orari:

martedì, giovedì, venerdì e sabato dalle ore 19 fino alla fine dello spettacolo

mercoledì e domenica dalle ore 16 fino alla fine dello spettacolo

UFFICIO STAMPA TEATRO ELISEO

Maria Letizia Maffei

Antonella Mucciaccio


ARTICOLI CORRELATI
"Purtroppo, anche persone colte come Sgarbi, dimostrano di essere ignoranti a proposito della figura infermieristica"
Donata alla cittadinanza dai familiari. A perenne ricordo di un uomo esempio di onestà e altruismo
Dal 2 al 4 giugno nel borgo medioevale torna l'evento di primavera con addobbi floreali e molto altro
I PIU' LETTI IN APPUNTAMENTI
GIORNO SETTIMANA MESE
1
A SPASSO NEL FINE SETTIMANA CON ANCI LAZIO Dove andare a Roma e nel Lazio nel weekend del 6, 7 e 8 Marzo 2020
Questo weekend siamo a Velletri, Soriano nel Cimino, Priverno, Rieti e Anagni. Ne vedrete delle belle
Data di pubblicazione: 2020-03-05 15:27:29
2
Il Premio Assotutela 2019/20 per le Eccellenze si svolgerà il prossimo 21 maggio, alle ore 16, nella sala Zuccari del Senato della Repubblica
Data di pubblicazione: 2020-03-09 16:50:06
3
Gli eventi si sono fermati fino a nuovo ordine, ma perchè non fare una nostra sagra fatta in casa? In periodi come questi la creatività è l’ultima a sbiadire...
Data di pubblicazione: 2020-03-12 15:52:26
4
Rositani: “Il patrocinio del Mipaaf ci rende orgogliosi e testimonia la qualità e l’importanza della Fiera Campionaria Mondiale del Peperoncino"
Data di pubblicazione: 2020-03-04 15:07:12
5
L’Associazione Nazionale Vittime delle Marocchinate celebrerà la festa della donna con una riflessione sulle violenze e sugli stupri effettuati in tempo di guerra
Data di pubblicazione: 2020-03-03 21:31:44
Il Quotidiano del Lazio.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]