Lunedì 27 Gennaio 2020 ore 16:04
PROCESSO DEPISTAGGI
Caso Cucchi, colpo di scena: 2 carabinieri imputati chiedono essere parte civile
Questa mattina i carabinieri Labriola e Di Sano, hanno chiesto al giudice di costituirsi parti civili nel procedimento contro i colleghi coimputati Cavallo e Soligo

Colpo di scena al processo a carico degli otto carabinieri accusati dalla procura di aver "depistato" l'inchiesta sul pestaggio in caserma di Stefano Cucchi. Questa mattina i carabinieri Massimiliano Colombo Labriola e Francesco Di Sano, entrambi imputati nel processo sui "depistaggi", hanno chiesto al giudice Giulia Cavallone di costituirsi parti civili nel procedimento contro i colleghi coimputati Francesco Cavallo e Luciano Soligo.

La motivazione, hanno spiegato i legali dei due carabinieri, sarebbe da ricercare nell'obbligo come militari di eseguire ordini arrivati dai superiori: il tenente colonnello Cavallo e il tenente colonnello Soligo. Per questo la decisione di costituirsi parti civili contro i due superiori gerarchici, anche loro imputati nel processo. "L'ordine fu dato da chi insistendo sulla modifica sapeva qualcosa di più - ha spiegato uno dei legali - Labriola e Di Sano hanno subito un danno di immagine, da questo punto di vista siamo nella stessa posizione degli agenti di polizia penitenziaria". (Ago/ Dire)


ARTICOLI CORRELATI
Al momento è mantenuto riserbo sulle cifre. Ilaria continua a chiedere giustizia
La vicenda della morte di Stefano non è ancora chiusa: la prima udienza per il nuovo processo per depistaggio è fissata al prossimo 12 Novembre 2019
"L'Arma dei Carabinieri è al fianco dell'Autorità giudiziaria per accertare tutte le responsabilità e le dinamiche che hanno causato la morte di Stefano Cucchi"
I PIU' LETTI IN CRONACA
GIORNO SETTIMANA MESE
1
PERCHÉ IL LINGUAGGIO CALCISTICO SEMBRA INCITAMENTO DI TRINCEA? Roma. Derby,la mia auto presa a calci e sputi fuori dallo stadio perché disabile
Da neuropsichiatra comprendo la frustrazione delle persone che si identificano solo con la loro squadra
Data di pubblicazione: 2020-01-27 13:12:26
1
I Vigili del Fuoco sono intervenuti tempestivamente ma di uno dei due conducenti si è potuta solo constatare la morte
Data di pubblicazione: 2020-01-27 11:39:06
2
Il nonno frequentando casa della nipote ne avrebbe abusato per portare a termine una serie di giochi erotici sulla piccola
Data di pubblicazione: 2020-01-26 19:11:29
3
PERCHÉ IL LINGUAGGIO CALCISTICO SEMBRA INCITAMENTO DI TRINCEA? Roma. Derby,la mia auto presa a calci e sputi fuori dallo stadio perché disabile
Da neuropsichiatra comprendo la frustrazione delle persone che si identificano solo con la loro squadra
Data di pubblicazione: 2020-01-27 13:12:26
1
Il presidente del gruppo Goia: "Abbiamo creduto nel governo giallo-verde, ora siamo di nuovo spremuti come limoni"
Data di pubblicazione: 2020-01-10 12:30:56
2
I soccorsi sanitari hanno constatato lo schiacciamento degli arti inferiori, disponendo il trasporto attraverso l'eliambulanza al Policlinico Agostino Gemelli di Roma FOTO
Data di pubblicazione: 2020-01-11 19:27:55
3
Poco prima delle 6:00 un’abitazione in via Fontanelle è andata a fuoco, sembrerebbe a causa di un cortocircuito
Data di pubblicazione: 2020-01-01 13:04:10
4
Scoperta, nei pressi della sua abitazione al centro cittadino, una rete commerciale di sostanze stupefacenti
Data di pubblicazione: 2020-01-21 10:50:21
5
Incidente stradale sulla Strada Statale 4, in cui sono rimaste coinvolte due autovetture
Data di pubblicazione: 2020-01-05 16:03:59
Il Quotidiano del Lazio.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]