Domenica 16 Febbraio 2020 ore 19:49
STRAORDINARIA LAZIO
La Lazio in Sardegna non si Arena. Incredibile vittoria in rimonta nel recupero
Big match alla Sardegna Arena tra Cagliari e Lazio, posticipo del lunedì che chiude la sedicesima giornata di serie A

Dopo il turnover in Europa League, Inzaghi ripropone l’undici vittorioso sulla Juventus con Correa dietro Immobile nel tandem di attacco e la collaudata linea di centrocampo a cinque guidata dalla fantasia di Luis Alberto e Milinkovic. In difesa davanti a Strakosha terzetto difensivo con Luiz Felipe e Radu ai lati di Acerbi. Inizia l’incontro e al 1’ minuto subito occasione Lazio, Correa lancia in profondità Immobile, il17 biancoceleste entra in area e cerca il diagonale sul palo più lontano ma trova l’attenta risposta di Rafael. Al 3’calcio di punizione per il Cagliari calciato da Cigarini sul secondo palo, allontana Luiz Felipe, buon ritmo in questi primi minuti con le due squadre che si studiano ma si affrontano a viso aperto.

Al 8’minuto vantaggio Cagliari, Joao Pedro gira in area una rimessa laterale, sul pallone si avventa Simeone che anticipa Radu e con un sinistro di prima intenzione batte Strakosha.

Prova a reagire la Lazio che cerca di prendere in mano il pallino del gioco, alzando il baricentro trovando buoni sbocchi di manovra sull’out di destra con Lazzari, al 20’ arriva il primo cartellino giallo per la squadra di Inzaghi, ammonito Luis Alberto per proteste, piovono gialli stavolta Maresca punisce Nandez per un fallo su Milinkovic.

Buon momento della Lazio che cerca di chiudere i padroni di casa nella propria metà campo, al 28’Milinkovic riceve al limite dell’area da Immobile e cerca l’imbucata a smarcare l’attaccante biancoceleste, capisce tutto Lykogiannis, al 32’altro cartellino giallo per i sardi ne fa le spese Klavan autore di un intervento falloso ai danni di Correa. Al 36’ Nandez lancia Simeone in campo aperto ma lesto Strakosha ad abbandonare i pali e anticipare la punta, pressa alto il Cagliari e recupera diversi palloni già nella metà campo avversaria.

Al 40’ serie di corner per la Lazio che preme ma non riesce a trovare lo spunto per impensierire Rafael, al 42’calcio di punizione di Luis Alberto che attraversa l’area di rigore e per poco non diventa buona per Lulic che cerca la deviazione in scivolata nei pressi del secondo palo. Occasione Cagliari al 44’Simeone lancia Nainggolan in campo aperto, il belga nonostante l’opposizione di Acerbi entra in area e conclude di sinistro trovando la deviazione decisiva di Strakosha.

Sugli sviluppi del corner, Klavan pesca Joao Pedro in area che di testa chiama il portiere biancoceleste alla deviazione, dal corner ancora occasione Cagliari, angolo spizzato da Joao Pedro sul secondo palo per Simeone che devia in qualche modo ma non trova il palo, finisce qui il primo tempo dopo un minuto di recupero, una bella prima frazione di gioco con il Cagliari che chiude in vantaggio, Lazio più manovriera ma poco pericolosa dalle parti di Rafael.

Inizia la ripresa e subito un altro cartellino giallo ai danni di un giocatore del Cagliari, questa volta Maresca ammonisce Ionita che calcia via il pallone dopo il fischio dell’arbitro, al 49’ occasione Lazio, doppio tunnel di Correa e cross sul secondo palo per Immobile, salva Joao Pedro ma Lazio che sembra più determinata in questo avvio di ripresa. Al 56’ancora un cartellino giallo per la squadra di Maran, ammonito Pisacane per proteste, primo cambio per la Lazio, entra Jony ed esce Lulic, al 57’corner di Luis Alberto e deviazione aerea di Leiva che prolunga sul secondo palo, nessun biancoceleste però è pronto alla deviazione in porta.

Al 61’Nainggolan semina il panico sulla trequarti e imbuca Simeone, gioco però fermato per posizione di fuorigioco, secondo cambio per Inzaghi al 64’inserisce Cataldi al posto di Leiva, passano cinque minuti e il neo entrato si becca il cartellino giallo, autore di un intervento falloso ai danni di Nandez sulla trequarti offensiva cagliaritana, calcia la punizione Lykogiannis che supera la barriera ma si perde sopra la traversa.

Al 72’occasione Cagliari, sugli sviluppi di una ripartenza Nainggolan lancia Simeone che entra in area dalla sinistra ma a tu per tu con Strakosha calcia sopra la traversa, al 76’altra occasione per i sardi, Joao Pedro ruba palla a Luiz Felipe e si invola verso la porta laziale, ci pensa Acerbi a chiudere in spaccata respingendo la conclusione dell’attaccante. Doppio cambio per i due allenatori, Maran manda in campo Oliva al posto di Cigarini e Inzaghi inserisce Caicedo al posto di Radu, dopo un minuto problema fisico per Ionita che sembra non farcela e viene sostituito da Faragò, incredibile l’occasione fallita dal neo entrato al 86’lanciato da Simeone, porta palla fin dentro l’area di rigore ma scivola poco prima della conclusione.

Azione avvolgente della Lazio un minuto dopo che libera Jony in area, conclusione da posizione defilata che termina sopra la traversa, gioco fermo per una pallonata presa da Nandez, saranno sette i minuti di recupero in questo secondo tempo, Lazio che attacca a pieno organico alla ricerca del pareggio.

Che arriva al 93’con Luis Alberto, cross di Acerbi deviato da Faragò in zona del “Mago” che poco dentro l’area di rigore conclude di prima intenzione e regala il pareggio ai biancocelesti.

Ultimo cambio per il Cagliari al 94’con Deiola che prende il posto di Nainggolan, continua a spingere la Lazio in questi ultimi minuti di recupero non si accontenta la squadra di Inzaghi, al 95’deviazione fortuita in area rossoblù che per poco non sorprende Rafael, attento nella deviazione, ma al 98’arriva il vantaggio biancoceleste con il “Panterone” Caicedo, cross di Jony e colpo di testa a centro area dell’attaccante ecuadoregno che sovrasta Pisacane e regala la vittoria ai biancocelesti, un vero talismano per Inzaghi Caicedo che regala punti pesanti al suo allenatore.

Intanto viene ammonito la punta della Lazio per eccesso di esultanza, triplice fischio di Maresca, finale incredibile alla Sardegna Arena con la Lazio che vince in rimonta al termine di una partita intensa e ben giocata, primo tempo con la squadra di Inzaghi più manovriera ma Cagliari più pericoloso che chiude la frazione in vantaggio; nella ripresa la Lazio alza il ritmo e costringe il Cagliari alla difensiva, nonostante alcune occasioni sprecate dai sardi in ripartenza, ribalta il risultato nel finale e conquista l’ottava vittoria consecutiva.

Apoteosi Lazio: 1-2 al Cagliari nei minuti di recupero

Roma. Omicidio Sacchi, teste: Anastasiya fumava canne e Luca si arrabbiava


ARTICOLI CORRELATI
La Lazio batte 3-0 nel posticipo il Cagliari e riaggancia la Juventus in classifica
La Roma batte il Pescara in trasferta per 1-4 e guadagna punti sul Napoli, adesso a meno quattro in classifica
Seconda sconfitta di fila per la Lazio che dopo il KO contro la Fiorentina cade in casa contro l’Inter per 1-3 e rischia di perdere il quarto posto in classifica
I PIU' LETTI IN OPINIONI
GIORNO SETTIMANA MESE
Il Quotidiano del Lazio.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]