Lunedì 24 Febbraio 2020 ore 00:09
COMPLICI NEL CRIMINE FINITO IN DELITTO?
Omicidio Luca Sacchi: Anastasia era con Princi la notte prima dell'assassinio
La mamma di Luca avvertiva da tempo il figlio sugli strani comportamenti della fidanzata Anastasia

Il rapporto confidenziale, forse criminale e sicuramente esclusivo tra Giovanni Princi, ex compagno di scuola di Luca Sacchi e la fidanzata Anastasia Kylemnyk, sono il risultato di due mesi di indagini, dalla sera del 23 ottobre scorso quando il personal trainer è stato ucciso da un colpo alla testa da Valerio Del Grosso e Paolo Perino. 

I genitori di Luca hanno riferito al pm strani movimenti, orari inconsueti e atteggiamenti per loro incomprensibili da parte della baby-sitter e studentessa, nei giorni precedenti alla contrattazione per la droga. La notte prima del delitto la ragazza e Princi avrebbero passato molte ore insieme ma non hanno spiegato perché, e questo ha spinto a respingere la scarcerazione di Princi e anche a non ritirare l'obbligo di firma in caserma per la ragazza

La sera del 22 ottobre la mamma di Luca, Tina, ha atteso con il figlio Luca, che Anastasia e Giovanni venissero a cena come d'accordo, ma non solo i due non si sono presentati e non hanno avverito, ma Anastasia senza salutare, ha passato il suo cane a Luca dalla finestra. Durante questa attesa, che dura fino a mezzanotte, c'è una conversazione tra la mamma di Luca e il ragazzo, perché Tina lo avrebbe messo in guardia su una sintonia particolare notata tra Princi e la ragazza. Luca avrebbe risposto a riguardo "So quello che faccio". Anastasia avrebbe giustificato il ritardo notturno dicendo che i clienti del bed and breakfast sarebbero arrivati tardi, ma alla verifica della mamma della vittima, questo risultava falso. 

Forse Luca sapeva ciò che faceva ma non ciò a cui andava purtroppo incontro. 

 

Leggi anche:

Componenti pericolosi clan De Silvio e Spada, percepiscono reddito cittadinanza

Dove andare a Roma e nel Lazio nel weekend del 20, 21 e 22 Dicembre


ARTICOLI CORRELATI
Forse nella macchina di Anastasia i segreti che spiegano cosa c'è dietro la morte di Luca Sacchi
Si tratta di un 39enne che si trovava nella casa di un amico in via Benedetto Varchi
"Anastasiya, Giovanni Princi e Clementina Florentina Burcea stavano fumando canne e per questo Luca si arrabbiava con loro"
I PIU' LETTI IN CRONACA
GIORNO SETTIMANA MESE
1
Con questa iniziativa, Lidl risponde all'appello di "Too Good To Go", un movimento impegnato contro gli sprechi di cibo fondato nel 2016 in Danimarca
Data di pubblicazione: 2020-02-23 16:42:01
1
Il piccolo è affetto da distrofia muscolare e si trova su una carrozzella, la mamma: "Il sacerdote ci ha buttati fuori"
Data di pubblicazione: 2020-02-12 09:55:40
2
A partire da oggi sono aperte le posizioni manageriali; per queste figure professionali è previsto un salario d'ingresso pari a 1.550,00 euro lordi
Data di pubblicazione: 2020-02-11 10:27:50
3
Un passante, presente al momento della tragedia, ha immediatamente comunicato il fatto alle autorità di pubblica sicurezza
Data di pubblicazione: 2020-02-13 18:17:37
4
La donna si è presentata al Pronto Soccorso del Grassi di Ostia lamentando febbre e problemi respiratori
Data di pubblicazione: 2020-02-21 20:34:07
5
Quando il verificatore ha chiesto al ragazzo di mostrargli il titolo di viaggio, il giovane lo ha prima preso a male parole e in seguito è passato alle mani
Data di pubblicazione: 2020-02-06 11:19:25
Il Quotidiano del Lazio.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]