Domenica 16 Febbraio 2020 ore 19:48
TRIONFO DI INZAGHI
La Lazio accoppa la Juventus, sconfitti i bianconeri di Sarri per 3 a 1
La finale di Super Coppa Italiana, una Lazio da sogno

Tutto pronto a Ryad al King Saud University Stadium per la finale di Super Coppa Italiana tra Juventus e Lazio, sarà il primo verdetto di questa stagione con Sarri che vuole vincere per potersi affermare subito con la Juventus, e Inzaghi per conquistare il suo terzo trofeo con la Lazio.

Arbitra l’incontro Calvarese di Teramo, Inzaghi con il solito 3-5-2 e formazione tipo, mentre Sarri schiera con il suo 4-3-3 il tridente pesante con Ronaldo, Dybala e Higuain.

Si parte e all’8’ subito Lazio pericolosa con Luis Alberto, lo spagnolo carica la conclusione dalla distanza, palla che sfiora la traversa, passa un minuto e il numero 10 biancoceleste a terra dopo uno scontro con Matuidi, il francese viene ammonito, ma per l’entrata che ha fatto a piede a martello era da rosso diretto, primo cartellino giallo del match.

Al 15’calcio di punizione sulla corsia di sinistra per la Juventus, ma Immobile anticipa De Sciglio e subisce fallo con la Lazio che può riorganizzarsi, passano due minuti e Lazio in Vantaggio con Luis Alberto, manovra avvolgente da parte della squadra di Inzaghi, Lulic prova il traversone sul secondo palo e trova Milinkovic che appoggia per lo spagnolo che di prima intenzione non sbaglia.

Prova a reagire la Juventus al 22’ con Ronaldo che prova la conclusione ma non trova lo specchio della porta, al 24’ corner in favore dei bianconeri, ma pallone allontanato dalla difesa della Lazio, ci prova ancora Dybala con una conclusione che si perde in curva.

Al 31’ occasione Juventus con Dybala con un sinistro a giro dell’argentino sul secondo palo che sfiora il gol, bianconeri pericolosi in questi minuti, ma risponde la Lazio con Correa, il numero 11 conta i rimbalzi su un lancio lungo e calcia in porta, Szczesny ci mette i guanti, ammonito intanto Leiva per un fallo commesso in precedenza, primo giallo così anche per i biancocelesti e il secondo del match.

Al 36’Higuain protesta per un contatto, ma Calvarese lascia correre, Lazio che prova a gestire il vantaggio in questo finale di primo tempo, con la Juventus in possesso palla e che cerca spazi nella retroguardia biancoceleste.

Ma al 45’arriva il pareggio della Juventus, Ronaldo va alla conclusione, Strakosha respinge ma perde il pallone, sulla respinta arriva Dybala che deposita in rete senza nessun problema, gol che viene convalidato anche dopo un check da parte del VAR per la posizione di partenza di Dybala, finiscono anche i due minuti di recupero concessi da Calvarese e squadre che vanno negli spogliatoi con il punteggio di parità 1-1.

Le due squadre hanno espresso un buon calcio, la Lazio ha giocato meglio nella prima parte, i bianconeri invece sono usciti nella seconda metà di gioco, tutto rimandato al secondo tempo.

Ripresa che inizia con gli stessi 22 mandati in campo nel primo tempo dagli allenatori, nessun cambio, al 3’ incredibile occasione per la Lazio con Lazzari che viene mandato da solo nello spazio, al momento del controllo però inciampa e cade.

Lazio propositiva al 9’Correa si allarga a destra riceve e crossa sul secondo palo per Lulic, che calcia al volo ma schiaccia troppo la palla, primo cambio intanto per la Juventus entra Cuadrado per De Sciglio, al 12’ammonito Luis Alberto per fallo tattico su Cuadrado.

Al 14’occasione Lazio cross di Radu da sinistra, Milinkovic è tutto solo sul secondo palo ma non riesce a deviare la palla, al 17’ doppio angolo per i biancocelesti in un buon momento della partita, primo cambio anche per Inzaghi con Cataldi al posto di Leiva, risponde Sarri dopo tre minuti inserendo Ramsey per Higuain, contromossa di Inzaghi che inserisce Parolo per Luis Alberto.

Al 23’ancora un azione pericolosa della Lazio, Immobile attacca la difesa della Juve, sfrutta la sovrapposizione di Correa per calciare con il destro, Demiral devia con il fianco in corner, dallo stesso Correa di testa e palla fuori di poco, prova a rispondere la Juventus con Ronaldo dal limite, palla forte ma fuori di poco.

Passano due minuti e Lazio nuovamente in Vantaggio, con il “Boia del 26 Maggio” il capitano Lulic, cross di Lazzari, palla che arriva sul secondo palo per il bosniaco, che di piatto la mette sul palo opposto, ultimo cambio per Sarri che inserisce Douglas Costa al posto di Matuidi. Al 37’ gol annullato a Correa, l’argentino a tu per tu col portiere avversario lo fredda con l’interno, ma tutto fermo per fuorigioco, risponde la Juve con Dybala che di testa anticipa tutti attento Strakosha in due tempi.

Ammonito intanto Sarri al 45’per proteste, occasione per la Juventus con Bonucci di testa su angolo, sfiora il gol palla fuori di pochissimo, saranno tre i minuti di recupero, al 46’fallo ingenuo di Milinkovic al limite su Cuadrado, punizione pericolosa per la Juventus, calcia Dybala ma colpisce la barriera.

Al 48’cartellino Rosso per Bentancur, doppio giallo per un fallo su Parolo, calcia la punizione Cataldi e GOLLL direttamente da punizione, e triplice fischio di Calvarese la LAZIO VINCE LA SUPERCOPPA ITALIANA

 

Leggi anche: 

Investite Corso Francia, un' auto copriva la vista al conducente indagato?

La nona meraviglia è la Supercoppa! Juventus-Lazio 1-3

 

 


ARTICOLI CORRELATI
La Lazio di Pioli cade per 2-1 in finale di Tim Cup contro la Juventus di Allegri. Voti e giudizi dei protagonisti
Dopo 120' la Lazio soccombe alla Juventus, che vince per 2-1 la finale di Coppa Italia.
La Lazio accoglie un nuovo centrocampista a Formello e valuta la cessione di Keita che verrebbe subito sostituito con un colpo last-minute


I PIU' LETTI IN OPINIONI
GIORNO SETTIMANA MESE
Il Quotidiano del Lazio.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]