Lunedì 20 Gennaio 2020 ore 15:16
NUMEROSI FURTI TRA ANZIO E NETTUNO
Nettuno, dopo inseguimento e sparatoria presa la "banda della Punto bianca"
Quattro componenti della banda ieri sera sono stati arrestati dopo un rocambolesco inseguimento tra le vie della cittadina del litorale sud di Roma

Stavano seminando il panico nel territorio di Anzio e Nettuno dal 24 dicembre, quando hanno messo a segno la loro prima rapina. Sono i 4 componenti della 'banda della Punto bianca', che ieri sera sono stati arrestati dopo un rocambolesco inseguimento tra le vie della cittadina del litorale sud di Roma.

In manette quattro 20enni, tutti pregiudicati, che sono stati intercettati da tre auto in borghese, del commissariato di Anzio-Nettuno, non appena ricevuta la denuncia dell'ultima vittima: un ragazzo pakistano a cui i quattro hanno rapinato, alle 22 circa, il cellulare e il portafogli dopo averlo aggredito con un coccio di bottiglia e avergli rotto il naso con una testata, causandogli ferite guaribili in 30 giorni. Immediata la caccia della Polizia che ha intercettato la Punto bianca e ha iniziato l'inseguimento.

Dopo inutili tentativi di una delle auto civetta di bloccare la corsa della banda, affiancandosi e intimando l'alt, gli agenti hanno fatto scattare un blocco stradale con delle auto messe di traverso sulla carreggiata. Ma i ragazzi a bordo della Punto, dopo essersi fermati, hanno ingranato la retromarcia e speronato una delle auto delle forze dell'ordine, ferendo alcuni agenti.

È a quel punto che la Polizia ha fatto fuoco e ha colpito la macchina in fuga con 12 colpi. Quando la Punto bianca ha smesso di marciare, gli agenti sono riusciti a circondare i quattro ragazzi, che non contenti si sono barricati all'interno del mezzo. I poliziotti hanno dovuto infrangere un vetro per aprire le portiere e arrestare i quattro fuggiaschi. Nell'auto la Polizia ha trovato due coltelli a serramanico, un coltello a scatto, una freccia da balestra e un paio di forbici.

Proprio quest'ultimo oggetto ha permesso agli agenti di ricostruire che i ragazzi appena arrestati erano gli autori di una serie di furti, rapine ed estorsioni, messi in atto tra il 24 dicembre e il 6 gennaio, tutti a danno di ignari passanti del luogo. In particolare a un ragazzo del '96, nato a Nettuno, vengono contestati 5 rapine e un furto, mentre a un altro nato a Anzio nel 2000, vengono contestati oltre ai precedenti colpi anche 2 estorsioni. (Ago/ Dire) 


ARTICOLI CORRELATI
Il boss pentito ha rivelato che il superlatitante Michele Zagaria vanta una grande influenza nel Basso Lazio
I sindaci dei due Comuni hanno firmato una ordinanza di divieto di balneazione lungo le loro coste a seguito di una segnalazione della Capitaneria di Porto
Le indagini della Polizia di Stato hanno portato agli arresti di questa mattina
I PIU' LETTI IN CRONACA
GIORNO SETTIMANA MESE
1
L'OMICIDIO DI SERENA MOLLICONE NEL GIUGNO 2001 Delitto di Arce, l'Arma dei carabinieri si costituisce parte civile
Dopo 18 anni di indagini e depistaggi l'Arma dei Carabinieri prende posizione sul caso Mollicone
Data di pubblicazione: 2020-01-20 10:37:32
2
In corso le operazioni dei Vigili del Fuoco per mettere in sicurezza la zona e fare rilievi del caso. Un cedimento del manto stradale di circa 40 metri quadrati
Data di pubblicazione: 2020-01-20 11:51:24
3
Il blitz all'alba è ancora in corso su Viterbo, Frosinone, fino a Reggio Calabria
Data di pubblicazione: 2020-01-20 08:07:29
4
Il terribile scoppio in una palazzina in via Capo Soprano
Data di pubblicazione: 2020-01-20 10:04:52
1
In alcune aree, tra cui l'Europa occidentale, è impossibile inviare contenuti multimediali quali video e messaggi vocali
Data di pubblicazione: 2020-01-19 19:04:08
2
Il terribile scoppio in una palazzina in via Capo Soprano
Data di pubblicazione: 2020-01-20 10:04:52
3
Il blitz all'alba è ancora in corso su Viterbo, Frosinone, fino a Reggio Calabria
Data di pubblicazione: 2020-01-20 08:07:29
4
In corso le operazioni dei Vigili del Fuoco per mettere in sicurezza la zona e fare rilievi del caso. Un cedimento del manto stradale di circa 40 metri quadrati
Data di pubblicazione: 2020-01-20 11:51:24
5
L'OMICIDIO DI SERENA MOLLICONE NEL GIUGNO 2001 Delitto di Arce, l'Arma dei carabinieri si costituisce parte civile
Dopo 18 anni di indagini e depistaggi l'Arma dei Carabinieri prende posizione sul caso Mollicone
Data di pubblicazione: 2020-01-20 10:37:32
1
Il presidente del gruppo Goia: "Abbiamo creduto nel governo giallo-verde, ora siamo di nuovo spremuti come limoni"
Data di pubblicazione: 2020-01-10 12:30:56
2
I soccorsi sanitari hanno constatato lo schiacciamento degli arti inferiori, disponendo il trasporto attraverso l'eliambulanza al Policlinico Agostino Gemelli di Roma FOTO
Data di pubblicazione: 2020-01-11 19:27:55
3
Poco prima delle 6:00 un’abitazione in via Fontanelle è andata a fuoco, sembrerebbe a causa di un cortocircuito
Data di pubblicazione: 2020-01-01 13:04:10
4
Incidente stradale sulla Strada Statale 4, in cui sono rimaste coinvolte due autovetture
Data di pubblicazione: 2020-01-05 16:03:59
5
I Monti Prenestini sono molto ricchi di biodiversità. Oltre al ritorno del cervo, anche la presenza del gatto selvatico, dato quasi per estinto, è un segnale molto importante
Data di pubblicazione: 2020-01-12 17:50:49
I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA
4
DOMENICA 17 - PALAZZO DORIA PAMPHILJ
5
IL SINDACO SANNA: "COLLEFERRO DIFFERENZIA AL 70%, ROMA AL 46%"
Il Quotidiano del Lazio.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]