Mercoledì 26 Febbraio 2020 ore 07:51
"ROMANI STUPITI DAL RISPETTO AMBIENTALE, NON DALLE AUTO IN DOPPPIA FILA"
Roma, blocco auto, comandante Vigili:"Facciamo rispettare il provvedimento"
Il comandante dei Vigili Antonio Di Maggio ci racconta la situazione nella Capitale: senza auto e piena di polemiche

Mentre oggi 16 gennaio, la circolazione è ancora vietata per i veicoli inquinanti, compresi gli Euro 6, ci siamo chiesti se il blocco del traffico è stato rispettato a Roma nelle giornate precedenti e lo abbiamo chiesto al Comandante dei Vigili di Roma Antonio Di Maggio:

“I romani stanno rispettando con diligenza il blocco del traffico, abbiamo eseguito nella giornata di martedì 14 gennaio, 1200 controlli e sanzionato circa 130 utenti, stiamo lavorando per far rispettare il provvedimento”.

 

Anche se lei non è un esperto per professione di ambiente e inquinamento sono molti anni che lavora a Roma, nelle strade, nel traffico, nel vivo della città. Un suo parere, secondo lei queste giornate di stop alla circolazione hanno un'efficacia?

“Ribadisco che non sono un esperto e la mia professione e non ho la competenza per dirlo, tuttavia credo che questi provvedimenti ancorché provvisori, precari, ma non capisco tutte queste polemiche. Sono un metodo adottato da tutte le città d'Italia e in alcune in Europa, non vedo perché a Roma debbano essere causa di disaccordo. La soluzione definitiva chiaramente sta a monte di politiche ambientali diverse da quelle prese finora.

Invito anche tutti quanti a sentire l'aria di Roma, il suo odore, basta andare a Tivoli e tornando a Roma vederla dall'autostrada e si può notare senza equivoci una cappa di nebbia grigia.

Il disagio di lasciare l'auto parcheggiata è evidente che possa esserci per chi è abituato a prendere quotidianamente o di frequente l'auto privata, ma trovo anche contraddittorio che per tutti sia normale mancare di rispetto mettendo la propria auto in doppia fila e non sia invece normale rispettare l'ambiente e la nostra salute cercando di incentivare e sostenere le iniziative a vantaggio di esse”.

 

Raccogliamo anche le dichiarazioni del Presidente Aci: "L'Automobile Club d'Italia è assolutamente contrario all'assurda demonizzazione dei diesel Euro6, nel mirino di tante Amministrazioni - a cominciare da Roma - con blocchi del traffico ingiustificati, che non hanno alcun fondamento scientifico e non garantiscono risultati certi". Così Angelo Sticchi Damiani boccia senza riserve ogni limitazione alla mobilità con provvedimenti "privi di logiche comprensibili ed accettabili". "È assurdo - sottolinea - che da un lato si blocchino le Euro6 e dall'altro si incentivino con sgravi fiscali la conservazione e la circolazione di 4,2 milioni di auto - il 10,77% del parco circolante italiano - che hanno da 20 a 30 anni".

Leggi anche:

Chiude discarica Colleferro, il sindaco: "Lo facciamo per la nostra salute"

Animali smarriti, denuncia su Facebook: Come possono sparire cani con microchip?

 

 

 


ARTICOLI CORRELATI
A causa delle polveri sottili che circolano nell'aria e degli aeratori spenti, ancora malori di passeggeri e dipendenti
Ecco i dati esposti da Legambiente
Intervista esclusiva al sen. Esposito, anche commissario del Pd ad Ostia: al via rimozione di chioschi e apertura varchi
I PIU' LETTI IN INTERVISTE
GIORNO SETTIMANA MESE
1
Abbiamo chiesto al presidente Aci Angelo Sticchi Damiani un commento ufficiale sule nuove norme al volante
Data di pubblicazione: 2020-02-01 16:33:12
2
Il sindaco di Ciampino rivendica la scelta di Pietro Cappellari, immortalato in atteggiamenti del regime fascista
Data di pubblicazione: 2020-02-07 08:51:07
Il Quotidiano del Lazio.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]