Martedì 25 Febbraio 2020 ore 01:39
UNA STORIA DI DOLORE PRIMA DELLA MORTE?
Processo Desirée, uccisa a San Lorenzo, il papà: "Non sono riuscito a salvarla"
Lo straziante processo, le ultime ricostruzioni della vicenda e la storia della giovane

Ieri, 27 gennaio, si è svolto lo straziante processo per l'omicidio di Desirèe Mariottini, la ragazza di di 16 anni di Cisterna di Latina trovata senza vita il 19 ottobre del 2018 all'interno di unio stabile abbandonato nel quartiere San Lorenzo di Roma

Gli imputati sono ad oggi 4 cittadini africani: Alinno Chima, Mamadou Gara, Yussef Salia e Brian Minthe accusati di omicidio volontario, violenza sessuale aggravata e cessione di stupefacenti a minori. 

Sono stati ascoltati, a porte chiuse gli avvocati, il medico legale che ha confermato la violenza sessuale tramite le analisi autoptiche ma anche il padre della vittinìma e il nonno: il padre, in lacrime ha detto "Ho cercato di salvarla, ma non ho potuto fare nulla", mentre il nonno  è stato l'ultimo a vedere in vita la ragazza, dunque ha testimoniato nuovamente di averla accompagnata da un'amica e in seguito l'adolescente ha telefonato per dire che avrebbe dormito fuori. Sembra che la giovane avesse già avuto rapporti con il mondo dello spaccio, infatti il padre, l'aveva rimproverata a Latina per le sue frequentazioni, e in un espisodio si arrabbiò con alcuni soggetti che le avevano dato stupefacenti, fino a rompere una bottiglia. L'uomo, che non aveva riconosciuto Desirée alla nascita aveva anche un divieto di avvicinarsi alla figlia e alla madre di quest'ultima, insomma, una famiglia già difficile dove crescevano le insicurezze e il dolore della ragazza. Desirée, molto timida, racconta la mamma, era anche stata vittima di bullismo a causa dei suoi problemi ad una caviglia. 

Nell'ottobre 2019, ud un anno esatto dalla perdita, l'avvocato di Salia, uno degli imputati ha depositato una denuncia contro la famiglia della ragazza per abbandono di minore, la famiglia aveva commentato che con questo atto "Desirèe era stata "uccisa di nuovo". Salia, uno degli imputati avrebbe detto mentre la ragazza era agonizzante "Meglio lei morta che noi in galera...". Mentre in udienza nel dicembre 2019 l'accusato ha chiesto scusa alla famiglia, ritirando la denuncia contro i genitori, ribadendo però anche di non essere colpevole della morte della giovane. In questa occcasione sono stati ascoltati dei testimoni che al momento del ritrovamento del corpo volevano chiamare l'ambulanza, cosa che gli venne impedita dagli indagati. 

Desirée dunque, sarebbe stata drogata, abusata per ore dal branco e lasciata morire per la droga ingerita e la violenza subita. 

Leggi anche: 

Roma, San Lorenzo: ritirata strategica di Forza Nuova, ancora uno smacco

San Lorenzo, presi 2 senegalesi, avrebbero violentato e ucciso Desirée

 

 

 

 


ARTICOLI CORRELATI
Uno striscione con la scritta "Giustizia per Desirée" e la canzone di Jovanotti "Per te" per l'ultimo saluto alla ragazza
Il nigeriano Chima Alinno viene incastrato dalle dichiarazioni di alcune persone e dalle tracce del suo Dna
La 16enne di Cisterna di Latina è stata trovata cadavere all'alba dello scorso 19 ottobre in un palazzo abbandonato nel quartiere romano di S. Lorenzo
I PIU' LETTI IN CRONACA
GIORNO SETTIMANA MESE
1
Solo due mesi fa era stato promosso da agente a comandante della Polizia locale
Data di pubblicazione: 2020-02-24 12:13:27
2
Trasporti fermi per 24 ore, metro A attiva a singhiozzo
Data di pubblicazione: 2020-02-24 11:13:48
3
Con questa iniziativa, Lidl risponde all'appello di "Too Good To Go", un movimento impegnato contro gli sprechi di cibo fondato nel 2016 in Danimarca
Data di pubblicazione: 2020-02-23 16:42:01
4
POSSIBILITÀ DI PROFILI PENALI ED ERARIALI Roma, Atac. Anticorruzione indaga per chiusura metro A
Arrivano ora le conseguenze legali per la chiusura delle stazioni Repubblica, Barberini e Spagna nel 2019
Data di pubblicazione: 2020-02-24 10:23:33
5
Il corteo dei Cittadini della Strada ha attraversato Via dei Fori Imperiali, Piazza Venezia, Via del Corso e Largo Chigi
Data di pubblicazione: 2020-02-24 08:07:31
1
Il piccolo è affetto da distrofia muscolare e si trova su una carrozzella, la mamma: "Il sacerdote ci ha buttati fuori"
Data di pubblicazione: 2020-02-12 09:55:40
2
A partire da oggi sono aperte le posizioni manageriali; per queste figure professionali è previsto un salario d'ingresso pari a 1.550,00 euro lordi
Data di pubblicazione: 2020-02-11 10:27:50
3
Solo due mesi fa era stato promosso da agente a comandante della Polizia locale
Data di pubblicazione: 2020-02-24 12:13:27
4
Un passante, presente al momento della tragedia, ha immediatamente comunicato il fatto alle autorità di pubblica sicurezza
Data di pubblicazione: 2020-02-13 18:17:37
5
La donna si è presentata al Pronto Soccorso del Grassi di Ostia lamentando febbre e problemi respiratori
Data di pubblicazione: 2020-02-21 20:34:07
Il Quotidiano del Lazio.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]