Mercoledì 08 Aprile 2020 ore 03:59
ERA STATO RICOVERATO AD AGOSTO E POI SPARITO
Roma, cadavere mummificato trovato in un vano del Policlinico Gemelli
Era un paziente di 45 anni, di origine romena, sparì durante la degenza ospedaliera

Ieri mattina, 26 febbraio, intorno alle 9:00 del mattino, la scoperta raccapricciante al Policlinico Gemelli: all'interno di un'area che conduce alle condotte di areazione, è stato rinvenuto un cadavere in avanzato stato di decomposizione. Si tatta probabilmente di un uomo deceduto sei mesi fa, all'interno dell'ospedale, nel quale era ricoverato. Il paziente, senza fissa dimora, si trovava nella struttura ospedaliera a causa di una grave cirrosi epatica. 

Il senza tetto era stato condotto al Gemelli da un volontario della Caritas il 10 agosto, perchè le sue condizioni di salute si erano aggravate e stava anche perdendo la vista. L'uomo, dopo un primo trattamento di terapia idratante e a sostegno nutrizionale aveva chiesto di essere dimesso, ma poi aveva cambiato idea e aveva accettato di proseguire le cure. Ma nella notte di lui si erano perse le tracce. Infermieri e personale sanitario spiegano che il paziente è stato cercato nei locali dell'ospedale, nelle stanze dei pazienti, nei corridoi, nelle sale chirurgiche ma nessuno lo aveva più tovato. L'uomo non possedeva un cellulare quindi non è stato possbile rintracciarlo e i medici avrebbero archiviato il fatto registrando una "dimissione volontaria" di fatto mai avvenuta. 

La causa della morte, forse favorita anche dalla vista debole e dalle condizioni cliniche del paziente, sarebbe una caduta: un volo di circa sei metri. La polizia sta indagando, sarà svolta un'autopsia e sono già partite le indagini per accertare la dinamica e stabilire le responsabilità. Al momento, dichiarano le forze dell'ordine, non è escluso neanche l'omicidio volontario. 

Leggi anche: 

Cisterna di Latina, smascherato dalla Polizia giovane truffatore seriale online

Scuole: oggi nel IV Municipio consiglio straordinario per igiene e sicurezza


ARTICOLI CORRELATI
L'adolescente di Artena in un primo momento sembrava fosse stato colpito dalla meningite fulminante, ma all'ospedale Gemelli è stato sottoposto all'esame della Tac che ha escluso la grave malattia
Già conclusa profilassi per famiglia e alunni maestra romana
Lei era morta per un tumore un mese prima, lui si è tolto la vita buttandosi dalle scale del Gemelli

I PIU' LETTI IN CRONACA
GIORNO SETTIMANA MESE
1
39 a Roma, 40 a Frosinone, 21 a Viterbo, 47 a Rieti e 9 a Latina
Data di pubblicazione: 2020-04-06 14:25:40
2
Il Campidoglio sta elaborando un piano per la convivenza con il Sars-coV-2 nella Capitale
Data di pubblicazione: 2020-04-06 08:39:46
3
La scusa di andare a fare la spesa, per queste due giornate non avrà validità
Data di pubblicazione: 2020-04-06 17:55:19
4
La vittima aveva 60 anni; ancora da chiarire le cause rogo
Data di pubblicazione: 2020-04-05 11:31:48
5
Sarebbe stato svegliato in modo brusco dal rumore della macchinetta del caffè che la vittima aveva messo sul fuoco
Data di pubblicazione: 2020-04-05 12:02:41
1
39 a Roma, 40 a Frosinone, 21 a Viterbo, 47 a Rieti e 9 a Latina
Data di pubblicazione: 2020-04-06 14:25:40
2
Il Campidoglio sta elaborando un piano per la convivenza con il Sars-coV-2 nella Capitale
Data di pubblicazione: 2020-04-06 08:39:46
3
La terra ha tremato in un'area piuttosto vasta, da Tivoli e Monterotondo a Guidonia, Mentana, Castel Madama, e ai quartieri nord-est di Roma
Data di pubblicazione: 2020-04-03 07:50:34
4
Nonostante l’emergenza, e l’impossibilità di festeggiare adeguatamente, una coppia di Valmontone, Fabio e Adriana, ha scelto comunque di coronare il suo sogno
Data di pubblicazione: 2020-04-02 13:38:08
5
Una breve analisi dei Comuni del Lazio che sembrano ad oggi essere meno colpiti dal virus Sars-coV-2
Data di pubblicazione: 2020-04-03 13:48:41
Il Quotidiano del Lazio.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]