Martedì 18 Giugno 2019 ore 12:44
POLITICA FROSINONE
Frosinone, teatro Nestor acquistato dal Comune
L'assessore Mastrangeli:"Prosegue il riscatto culturale avviato dall'amministrazione Ottaviani"
Nella giornata di ieri il Comune di Frosinone ha proceduto all’ acquisto del Teatro Nestor, nell’ambito della procedura di vendita senza incanto dell’immobile, che attualmente ospita la sala teatrale e il multisala cinematografico. Per la prima volta nella storia il capoluogo ciociaro avrà un teatro di proprietà comunale.

L'Assessore alle Finanze e al Bilancio, Riccardo Mastrangeli, ha espresso la propria soddisfazione in un comunicato:"L’operazione di acquisto del Nestor dimostra la concretezza d’azione e dà la misura della dimensione del progetto di riscatto culturale e sociale della città di Frosinone che l’amministrazione Ottaviani sta portando avanti fin dal proprio insediamento. L’acquisizione del teatro Nestor è un capolavoro dal punto di vista culturale e finanziario. Grazie, infatti, al colpo messo a segno dall’ Amministrazione Ottaviani, la città di Frosinone può uscire dall’ oblio e dalla mediocrità che ha vissuto negli anni passati. Per la prima volta nella sua storia il Comune capoluogo ha un teatro di proprietà, condizione che consentirà, per il prossimo futuro, di poter pianificare stagioni culturali sempre di più ampio respiro e di qualità sopraffina".

"Il Nestor, poi, a giudizio insindacabile degli addetti ai lavori - prosegue Mastrangeli - è un teatro vero e proprio, costruito con tutti i crismi e le caratteristiche di genere, tanto da poter essere annoverato tra le migliori strutture del settore sull’ intero territorio nazionale. Ma, l'operazione dell'acquisto del Teatro Nestor, oltre a costituire un valore aggiunto per tutta la città, rappresenta anche un vero e proprio affare per le casse comunali.
Con l'acquisizione, infatti, dell’intero lotto del valore di oltre 5 milioni di euro, al prezzo di soli circa 640.000 euro, coperti con gli oneri concessori che stanno affluendo nelle casse comunali, sarà possibile iscrivere in bilancio una plusvalenza patrimoniale con un incremento di oltre 4 milioni di euro. Inoltre, dalle verifiche sommarie effettuate dal personale dell'ufficio tributi, cui va un mio personale e sentito ringraziamento per l’infaticabile opera prestata, è emerso che il Comune è creditore nei confronti del fallimento della cifra di circa 100.000 euro, a titolo di Imu e Tarsu non versate, ragion per cui la differenza netta che il Comune dovrà versare sarà ancora inferiore rispetto al prezzo di aggiudicazione. Senza dimenticare che, mettendo a rendita le sei sale cinematografiche affittandole a terzi, in meno di dieci, si avrà un ammortamento totale del costo".

"Con la sinergia tra tutte le istituzioni, ed in questo senso rivolgo un mio plauso alla senatrice Maria Spilabotte che si è messa subito a disposizione, c’è la concreta possibilità - aggiunge Mastrangeli - di realizzare nella nostra città qualcosa di unico nell’intero panorama nazionale: un Polo delle Arti e della Cultura. Grazie all’ impegno e allo sforzo dell’Amministrazione Ottaviani, infatti, abbiamo già un teatro di proprietà comunale idoneo per le rappresentazioni destinate al grande pubblico e potremmo avere un teatro come il Delle Vittorie destinato non solo ad attività strettamente teatrale, ma che possa essere laboratorio permanente di idee, progetti con lo sviluppo di un’Accademia di recitazione e che possa essere anche naturale palcoscenico per i lavori degli studenti del corso di scenografia dell’Accademia di Belle Arti di Frosinone, che avrebbero, così, l’opportunità concreta di tradurre nella realtà il proprio talento e la propria arte. Per il Delle Vittorie si deve pensare, anche, ad una struttura in servizio permanente effettivo che sia catalizzatore del fermento culturale cittadino che sta vivendo una stagione di rifioritura. Una struttura aperta sette giorni su sette che sia anche centro di aggregazione e di socializzazione".

"In questo modo - conclude l'assessore - Frosinone avrebbe la possibilità di offrire al mondo della cultura e ai cittadini uno spettro variegato e ampio di opportunità per la crescita sociale e culturale della nostra comunità. Le premesse ci sono tutte, grazie anche al prezioso lavoro svolto dal comitato Teatro Vittoria Subito ed Oltre, presieduto dall’On. Italico Perlini e nel quale sono confluite importanti associazioni culturali cittadine, che ha alimentato fin dall'inizio la fiammella del progetto del polo teatrale".

ARTICOLI CORRELATI
La cultura, se patrimonio condiviso, è elemento di identità e coesione sociale, oltre a costituire il vero valore aggiunto
Il Comune intende offrire maggiori delucidazioni ai cittadini in vista della scadenza del 24 gennaio
In questo spettacolo, Brachetti aprirà le porte della sua casa, fatta di ricordi e di fantasie
I PIU' LETTI IN POLITICA I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
"Restituiamo finalmente un futuro a 6 milioni e mezzo di persone che fino ad oggi hanno vissuto in condizione di povertà"
2
"Purtroppo, anche persone colte come Sgarbi, dimostrano di essere ignoranti a proposito della figura infermieristica"
3
Chiuse le indagini: la Raggi potrebbe rispondere di falso per la nomina di Renato Marra e di abuso d'ufficio per quella di Romeo
4
I controlli dei dipendenti pubblici assenti per malattia da settembre saranno svolti dell'INPS e non più dalle Asl e i medici potranno bussare alla porta dei malati più di una volta al giorno
5
"Era il polmone verde della città di Roma, con un'amministrazione comunale che si dimentica di organizzare la manutenzione, il controllo e la prevenzione"
1
Il parlamentare del M5S: "Diamo precedenza a ciò che realmente serve ai cittadini invece di darla a grandi opere spesso inutili"
2
Arriva un sistema biometrico di controllo entrata/uscita dei dipendenti pubblici, tramite la presa delle impronte digitali
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
La cultura, se patrimonio condiviso, è elemento di identità e coesione sociale, oltre a costituire il vero valore aggiunto
3
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
4
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
5
"Restituiamo finalmente un futuro a 6 milioni e mezzo di persone che fino ad oggi hanno vissuto in condizione di povertà"
Il Quotidiano del Lazio.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]