Martedì 16 Luglio 2019 ore 04:34
POLITICA ROMA
Tor Vergata, ai primari si guarda il cognome
Lo scandalo del "primario per successione" e le dimissioni di Zingaretti dalla Fondazione PTV
Di Fraioli in Fraioli, il reparto di Neurochirurgia del Policlinico di Tor Vergata passa dal padre Bernardo in pensione al figlio Mario Francesco.
I fatti risalgono al 13 gennaio scorso, quando Mario Francesco Fraioli è diventato primario per successione. La questione è presto divenuta oggetto di un’interrogazione, presentata il 6 febbraio dal consigliere regionale Fabrizio Santori, per far luce su un’eventuale parentopoli della sanità. Soprattutto perché a questo mosaico, si aggiunge un’altra tessera: Chiara, la figlia dell’ex primario di Neurochirurgia dirige la clinica CI.RAD. Srl Villa Benedetta, in zona Montesacro, specializzata in radioterapia e convenzionata proprio con il Policlinico di Tor Vergata, di cui sarebbero soci anche lo stesso Mario Francesco Fraioli e Antonio Leonardo (sempre) Fraioli. Il passo verso il burrone del conflitto di interessi è breve, e la risalita potrebbe essere difficile, se non impossibile.

D’altra parte, spiega Santori, “l’ascesa del professor Mario Francesco Fraioli è stata oggetto di interrogazioni parlamentari già in passato perché si è svolta in condizioni anormali sia per la velocità, sia nei modi, con cui avrebbe avuto un trattamento favorevole rispetto ai colleghi utile al raggiungimento di una posizione preminente rispetto a questi, che per essersi svolta interamente a Tor Vergata, nella scuola di specializzazione diretta dal padre e nel reparto diretto dal padre”.

“Zingaretti – dichiara ancora Santori riferendosi alla sua interrogazione – dovrà rispondere non solo in qualità di presidente della Regione Lazio con delega alla Salute ma anche perché sempre lo stesso Zingaretti era all’epoca delle decisioni assunte presidente della Fondazione Policlinico Tor Vergata”.

Da quanto si apprende, infatti, Zingaretti si sarebbe dimesso da presidente della Fondazione (la Fondazione PTV è stata costituita dalla Regione Lazio e dall’Università di Tor Vergata in base alle previsioni del Protocollo d’intesa Regione/Ateneo del 2005 e della L. R. 26/2007, ndr) lo scorso 10 febbraio.
“Le dimissioni di Zingaretti sono un atto importante, che non sappiamo se annoverare tra una delle nostre vittorie nella battaglia sulla trasparenza – dichiara Santori – oppure se preoccuparci nel vedere un presidente della Regione che preferisce smarcarsi da situazioni di imbarazzo che riguardano alcune questioni della Fondazione Tor Vergata che non fanno emergere la migliore Italia nel campo del merito e della trasparenza”.

Dal canto loro, anche i 5Stelle della Regione Lazio, dichiarano che le dimissioni di Zingaretti sono qualificabili come “un atto dovuto”. I 5Stelle, infatti, avevano depositato un ricorso alla giunta per le elezioni (in riferimento all’art. 11 del d. lgs. 39/2013), ritenendo “incompatibile il suo ruolo di presidente della Regione con quello di un ente strumentale controllato dalla stessa”.

Secondo quanto riferisce Il Fatto Quotidiano, la Fondazione comunque fa sapere che l’incarico di Fraioli jr è “provvisorio ed interinale”, non comportando quindi alcun costo aggiuntivo.

Anche la Regione Lazio non ha fatto attendere la sua risposta: “In riferimento all’articolo sulla nomina di Mario Francesco Fraioli a nuovo primario dell’unità operativa complessa di neurochirurgia del PTV – si legge in una nota – la Regione Lazio ha chiesto immediatamente al direttore generale del Policlinico Tor Vergata dottor Enrico Bollero una relazione sulla vicenda”. Dalla Regione, inoltre, precisano che il presidente Zingaretti non ha mai partecipato ad alcun consiglio di amministrazione della Fondazione che avesse ad oggetto la discussione della nomina, poiché questa scelta sarebbe “di competenza della Direzione Generale del Policlinico”.

ARTICOLI CORRELATI
Dal gennaio 2017 dirige l’U.O.C. di Otorinolaringoiatria di Colleferro
Fabrizio Santori: "Dieci domande al presidente Zingaretti"
Il prof. Carmine Franco ci presenta la nuova eccellenza
I PIU' LETTI IN POLITICA I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
"Restituiamo finalmente un futuro a 6 milioni e mezzo di persone che fino ad oggi hanno vissuto in condizione di povertà"
2
"Purtroppo, anche persone colte come Sgarbi, dimostrano di essere ignoranti a proposito della figura infermieristica"
3
Chiuse le indagini: la Raggi potrebbe rispondere di falso per la nomina di Renato Marra e di abuso d'ufficio per quella di Romeo
4
I controlli dei dipendenti pubblici assenti per malattia da settembre saranno svolti dell'INPS e non più dalle Asl e i medici potranno bussare alla porta dei malati più di una volta al giorno
5
"Era il polmone verde della città di Roma, con un'amministrazione comunale che si dimentica di organizzare la manutenzione, il controllo e la prevenzione"
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
La cultura, se patrimonio condiviso, è elemento di identità e coesione sociale, oltre a costituire il vero valore aggiunto
3
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
4
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
5
"Restituiamo finalmente un futuro a 6 milioni e mezzo di persone che fino ad oggi hanno vissuto in condizione di povertà"
Il Quotidiano del Lazio.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]