Giovedì 18 Aprile 2019 ore 12:25
CRONACA SEGNI
Segni, Carpinetana e Casilina: arrivano i tutor della discordia
E' polemica dopo la decisione del sindaco Stefano Corsi. La velocità massima sarà di 50 km/h. Il web si scatena

Con una deliberazione della Giunta Comunale n.58 del 17/04/2012 avente ad oggetto "Predisposizione di strumenti per il controllo elettronico della velocità su via Carpinetana e via Casilina", il sindaco di Segni, Stefano Corsi, ha introdotto dei tutor che fanno e faranno discutere.

Vera prevenzione degli incidenti o un modo per fare cassa? 

Questo il testo della delibera: "Convenzione stipulata tra il Comune di Segni e la Ditta aggiudicataria della gara per la stipula di un contratto di noleggio full-service per tre anni in forma gratuita di un sistema per il controllo della velocità media finalizzato all'accertamento delle infrazioni ai limiti di velocità, da installarsi sul tratto di Strada Casilina, dal Km.52+500 al Km.53+900 nonchè lungo il tratto di Strada Regionale Carpinetana, dal Km.3+500 al Km.6+800 in entrambi i sensi di marcia".

Il testo non lascia spazio a margini di interpretazione: il riferimento al "controllo della velocità media" non lascia dubbi sul fatto che si tratti di tutor e non di sempli autovelox.

Infuriati i cittadini dei paesi che percorrono quotidianamente le strade oggetto della delibera: da Carpineto Romano a Colleferro, da Montelanico a Gavignano fino ad arrivare a Gorga

Tutti ma proprio tutti sono sul piede di guerra. Già, tutti meno i cittadini del comune artefice della delibera, considerando che non sono toccati minimamente dal provvedimento. Infatti per arrivare a Segni da Colleferro o da Montelanico non vi è la necessità di percorrere la SS Caripnetana. Che il sindaco Corsi abbia considerato anche questo aspetto? Qualche maligno potrebbe chiedersi: vuoi vedere che si tratta di una mossa politicamente eccellente per fare cassa con i soldi degli altri?

Intanto su fb è stato creato un gruppo "Autovelox Carpinetana" che in sole 24 ore ha già superato i 500 membri.

I commenti sono i più disparati ma praticamente univoci. Qualcuno fa dell'ironia come Mimmo: "io pe' nun fa brutta figura, domani me vado a fa i capelli, e lavo pure la machina!!!! almeno la foto poi me la metto all'album" o come Alessandro "Occhio al colpo di sonno nel tratto 50 km/h orari...".

Qualcun altro invece si fa promotore di una forma di protesta come Emanuele: "Perché tutti i carpinetani, montelanichesi, gorgani e gavignanesi per andare a Colleferro non intasano in po' il comune di Segni?".

Ma c'è anche la voce fuori dal coro di Stefano "La Carpinetana è una strada dove il 90% delle persone che la percorrono vanno a velocità da autostrada ed effettuano sorpassi azzardati da ritiro patente. Parecchi sono stati gli incidenti e purtroppo anche i decessi. Se questi autovelox permetteranno, credo, la netta diminuzione di questi fatti.. allora ben vengano!". Una voce, in ogni caso, che per il momento resta isolata.

La sensazione di tutti, o quasi, è che più che prevenire gli incidenti qui si voglia prevenire o colmare un buco di bilancio.

In attesa di un chiarimento dell'amministrazione, il dibattito è aperto.

 

 

 


ARTICOLI CORRELATI
Continua a far discutere la decisione del sindaco di Segni Stefano Corsi anche per il costo del noleggio
Dalle prime multe elevate si evince che il sistema Celeritas può rilevare la velocità media ma non quella istantanea
Il sindaco di Segni scrive all'Astral, chiedendo di innalzare il limite: "Così si rischiano tamponamenti"
I PIU' LETTI IN CRONACA I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
3
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
4
Tre casi registrati tra Montesacro e il quartiere africano. Fatti che passano in secondo piano rispetto alle altre storie di cronaca nera
5
Lo ha detto l'avvocato del marinaio accusato dello stupro a Radio Cusano Campus: "Ha cambiato versione troppe volte"
1
Scontro mortale nella galleria di Sant’Antonio al Monte nella canna verso Ascoli
2
Ceccariglia, poliziotto in pensione, era molto conosciuto in paese per la sua passione per le auto e le corse
3
I Carabinieri della Compagnia di Tivoli stanno dando esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari
4
Il sisma rilevato dall'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia
5
L’operazione "Gramigna", la scorsa estate, ha già interessato 37 appartenenti al clan Casamonica
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
La cultura, se patrimonio condiviso, è elemento di identità e coesione sociale, oltre a costituire il vero valore aggiunto
3
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
4
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
5
"Restituiamo finalmente un futuro a 6 milioni e mezzo di persone che fino ad oggi hanno vissuto in condizione di povertà"
Il Quotidiano del Lazio è un marchio di Vergovich Comunicazione Srls.
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.iva n° 12555091003
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]