Aprilia Bassiano Campodimele Castelforte Cisterna di Latina Cori
Fondi Formia Gaeta Itri Latina Lenola
Maenza Minturno Monte San Biagio Norma Pontinia Ponza
Priverno Prossedi Rocca Massima Roccagorga Roccasecca dei Volsci Sabaudia
San Felice Circeo Santi Cosma e Damiano Sermoneta Sezze Sonnino Sperlonga
Spigno Saturnia Terracina Ventotene
Martedì 20 Agosto 2019 ore 22:54
Minacce di morte ai gay
Vergognoso episodio di intolleranza e discriminazione sessuale

Il portavoce del Gay center, Fabrizio Marrazzo, denuncia che questa mattina sono apparse sul cancello d’ingresso dell’Istituto scritte con minacce e insulti gravissimi: ”Froci vi uccidiamo. Froci al rogo”.
Al loro rientro a scuola, dopo la pausa elettorale, gli studenti hanno trovato il cancello imbrattato con le scritte vergognose. I dirigenti dell'istituto hanno fatto cancellare immediatamente le scritte : “Un brutto episodio, compiuto probabilmente da qualcuno che nulla ha a che fare col Socrate - ha spiegato il vicepreside Mauro Castellani - Nel nostro Istituto portiamo avanti progetti contro le discriminazioni e per la sensibilità sulle differenze di genere “.

Proprio lo scorso anno gli studenti del Socrate hanno vinto il progetto Niso con un video molto interessante dove raccontavano la loro percezione dell'omofobia.

“E per domani è fissato un incontro con gli studenti a scuola, nell'ambito del corso che svolgiamo con loro" - aggiunge Marrazzo – Il Socrate è una scuola aperta al tema dei diritti degli omosessuali, grazie al supporto dei dirigenti e dei docenti. Evidentemente c'è qualcuno o qualche gruppo organizzato che non apprezza il lavoro che stiamo portando avanti e che cerca di intimidire gli studenti ed i docenti. Azioni di questo tipo meritano la condanna di tutti e vanno contrastate. Chiediamo alle forze dell'ordine di individuare i responsabili”.

Il preside, prof. Vincenzo Rudi, conferma e puntualizza : “ Quelle scritte le abbiamo trovate stamattina, quando abbiamo riaperto dopo le elezioni. Erano sul montante del cancello esterno, in alto, fatte con lo spray. Devono essere comparse nella notte fra ieri e oggi. Le abbiamo subito fatte cancellare. Erano una chiara provocazione visto che il nostro liceo è sempre in prima linea nelle attività per le pari opportunità". Prima di quelle scritte vergognose era comparsa una croce celtica sulla locandina che si trova all’esterno della palestra. “ Non siamo riusciti a cancellarla – spiega il dirigente scolastico - perché sono necessari dei solventi speciali, ma provvederemo al più presto”.

Il Circolo Mario Mieli ha voluto esprimere la propria solidarietà agli studenti del Socrate : "Qualche settimana fa siamo stati accolti proprio al liceo Socrate nell'ambito delle attività autogestite dagli studenti, trovando un ambiente positivo, interessato e molto attento alle questioni dell'omofobia e proprio per questo vogliamo sottolineare la nostra vicinanza a tutti gli studenti . Dobbiamo contrastare in tutti i modi qualsiasi tentativo di intimidazione e di minaccia di stampo omofobico. Sarebbe importante che tutte le scuole prevedessero dei corsi di formazione in tal senso". Il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, su questo argomento, ha avuto modo di dichiarare anche in altre occasioni che “ la città di Roma ha sempre garantito accoglienza e rispetto per tutti, condannando ogni forma di intolleranza e discriminazione sessuale”.


ARTICOLI CORRELATI
Angelo: “Ho pianto, non piango mai”. G.: “Volevo Angelo, solo lui, come padrino”. Simona: “non sapevo cosa fare”
"Gli uomini mi vedono solo come un oggetto. Noi donne abbiamo una grande fortuna che si chiama menopausa. Gli uomini sono misogini" dice la Parietti
Amici e conoscenti lo ricordano sui social network: "Non ci posso credere" "Perdiamo una grande persona" "Un abbraccio alla famiglia"
I PIU' LETTI IN CRONACA
GIORNO SETTIMANA MESE
1
Dopo una rissa ruba un'auto e in velocità attraversa l'isola pedonale sfiorando i clienti dei bar, ruba un coltello e ferisce 4 vigili
Data di pubblicazione: 2019-08-18 03:24:59
1
Cinque persone in codice rosso. Restano in prognosi riservata due fidanzati residenti in provincia di Frosinone
Data di pubblicazione: 2019-08-09 14:15:09
2
Gli agenti della Polizia ferroviaria hanno effettuato dei servizi di controllo alla stazione di Ladispoli dove si sono registrati diversi incidenti con vittime
Data di pubblicazione: 2019-08-09 20:26:36
3
Ai Carabinieri l'uomo avrebbe spiegato di non aver fatto salire sulla vettura l'animale perché il figlio aveva paura 
Data di pubblicazione: 2019-08-16 11:00:09
4
Le indagini della Polizia sono durate oltre un anno. Un 27 ed un 29 enne in carcere, un 41enne e un 30enne ai domiciliari
Data di pubblicazione: 2019-08-05 21:17:02
5
Il consigliere regionale attacca anche il presidente Zingaretti
Data di pubblicazione: 2019-08-12 17:34:25
Il Quotidiano del Lazio.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]