Accumoli Amatrice Antrodoco Ascrea Belmonte in Sabina Borbona
Borgo Velino Borgorose Cantalice Cantalupo in Sabina Casaprota Casperia
Castel di Tora Castel Sant'Angelo Castelnuovo di Farfa Cittaducale Cittareale Collalto Sabino
Colle di Tora Collegiove Collevecchio Colli sul Velino Concerviano Configni
Contigliano Cottanello Fara in Sabina Fiamignano Forano Frasso Sabino
Greccio Labro Leonessa Longone Sabino Magliano Sabina Marcetelli
Micigliano Mompeo Montasola Monte San Giovanni in Sabina Montebuono Monteleone Sabino
Montenero Sabino Montopoli di Sabina Morro Reatino Nespolo Orvinio Paganico Sabino
Pescorocchiano Petrella Salto Poggio Bustone Poggio Catino Poggio Mirteto Poggio Moiano
Poggio Nativo Poggio San Lorenzo Posta Pozzaglia Sabina Rieti Rivodutri
Rocca Sinibalda Roccantica Salisano Scandriglia Selci Stimigliano
Tarano Toffia Torri in Sabina Torricella in Sabina Turania Vacone
Varco Sabino
Lunedì 22 Aprile 2019 ore 00:07
CRONACA ROMA
Minacce di morte ai gay
Vergognoso episodio di intolleranza e discriminazione sessuale

Il portavoce del Gay center, Fabrizio Marrazzo, denuncia che questa mattina sono apparse sul cancello d’ingresso dell’Istituto scritte con minacce e insulti gravissimi: ”Froci vi uccidiamo. Froci al rogo”.
Al loro rientro a scuola, dopo la pausa elettorale, gli studenti hanno trovato il cancello imbrattato con le scritte vergognose. I dirigenti dell'istituto hanno fatto cancellare immediatamente le scritte : “Un brutto episodio, compiuto probabilmente da qualcuno che nulla ha a che fare col Socrate - ha spiegato il vicepreside Mauro Castellani - Nel nostro Istituto portiamo avanti progetti contro le discriminazioni e per la sensibilità sulle differenze di genere “.

Proprio lo scorso anno gli studenti del Socrate hanno vinto il progetto Niso con un video molto interessante dove raccontavano la loro percezione dell'omofobia.

“E per domani è fissato un incontro con gli studenti a scuola, nell'ambito del corso che svolgiamo con loro" - aggiunge Marrazzo – Il Socrate è una scuola aperta al tema dei diritti degli omosessuali, grazie al supporto dei dirigenti e dei docenti. Evidentemente c'è qualcuno o qualche gruppo organizzato che non apprezza il lavoro che stiamo portando avanti e che cerca di intimidire gli studenti ed i docenti. Azioni di questo tipo meritano la condanna di tutti e vanno contrastate. Chiediamo alle forze dell'ordine di individuare i responsabili”.

Il preside, prof. Vincenzo Rudi, conferma e puntualizza : “ Quelle scritte le abbiamo trovate stamattina, quando abbiamo riaperto dopo le elezioni. Erano sul montante del cancello esterno, in alto, fatte con lo spray. Devono essere comparse nella notte fra ieri e oggi. Le abbiamo subito fatte cancellare. Erano una chiara provocazione visto che il nostro liceo è sempre in prima linea nelle attività per le pari opportunità". Prima di quelle scritte vergognose era comparsa una croce celtica sulla locandina che si trova all’esterno della palestra. “ Non siamo riusciti a cancellarla – spiega il dirigente scolastico - perché sono necessari dei solventi speciali, ma provvederemo al più presto”.

Il Circolo Mario Mieli ha voluto esprimere la propria solidarietà agli studenti del Socrate : "Qualche settimana fa siamo stati accolti proprio al liceo Socrate nell'ambito delle attività autogestite dagli studenti, trovando un ambiente positivo, interessato e molto attento alle questioni dell'omofobia e proprio per questo vogliamo sottolineare la nostra vicinanza a tutti gli studenti . Dobbiamo contrastare in tutti i modi qualsiasi tentativo di intimidazione e di minaccia di stampo omofobico. Sarebbe importante che tutte le scuole prevedessero dei corsi di formazione in tal senso". Il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, su questo argomento, ha avuto modo di dichiarare anche in altre occasioni che “ la città di Roma ha sempre garantito accoglienza e rispetto per tutti, condannando ogni forma di intolleranza e discriminazione sessuale”.


ARTICOLI CORRELATI
Angelo: “Ho pianto, non piango mai”. G.: “Volevo Angelo, solo lui, come padrino”. Simona: “non sapevo cosa fare”
"Gli uomini mi vedono solo come un oggetto. Noi donne abbiamo una grande fortuna che si chiama menopausa. Gli uomini sono misogini" dice la Parietti
Amici e conoscenti lo ricordano sui social network: "Non ci posso credere" "Perdiamo una grande persona" "Un abbraccio alla famiglia"
I PIU' LETTI IN CRONACA I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
2
E' accaduto sulla corsa Roma-Rieti all'altezza di Osteria Nuova: i passeggeri, sbigottiti, costretti a restare fermi per 30 minuti
3
Fa discutere l'iniziativa di due artisti argentini che hanno realizzato una particolare versione della bambola
4
"A costo di essere sfacciato, voglio essere sincero. Di generi alimentari ne stanno arrivando tantissimi. Bisogna pensare alla ricostruzione"
5
Lo afferma Giuseppe Di Bella, riferendosi ai casi di neoplasie in cui sono esaurite le possibilità chirurgiche
1
Il Centro Funzionale Regionale ha emesso un bollettino con fase operativa di attenzione per vento su tutte le zone di allerta del Lazio
1
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
2
“Finalmente”, anche in Italia, l'attesissimo e controverso documentario sul Megalodon
3
La Roma batte il Pescara in trasferta per 1-4 e guadagna punti sul Napoli, adesso a meno quattro in classifica
4
E' accaduto sulla corsa Roma-Rieti all'altezza di Osteria Nuova: i passeggeri, sbigottiti, costretti a restare fermi per 30 minuti
5
Fa discutere l'iniziativa di due artisti argentini che hanno realizzato una particolare versione della bambola
Il Quotidiano del Lazio è un marchio di Vergovich Comunicazione Srls.
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.iva n° 12555091003
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]