Domenica 21 Gennaio 2018 ore 19:02
POLITICA ROMA
Roma, cancellati Grandi Festival e Iniziative Estate
Lo afferma il presidente di Anec Lazio, che attacca Marino:"La Giunta è in prima fila solo quando conta apparire"
A destra Giorgio Ferrero, presidente di Anec Lazio

Una notizia che se confermata è destinata a creare aspre polemiche e altro malcontento nei confronti della giunta Marino. Il presidente di Anec Lazio, Giorgio Ferrero, ha diffuso una nota nella quale si legge: "Ieri abbiamo conosciuto l'esito dei bandi comunali relativi ai Festival e all'Estate Romana e con grande sconcerto, abbiamo dovuto constatare che dopo 19 anni Roma Capitale non intende più realizzare le storiche manifestazioni 'I grandi festival...Cannes, Venezia e Locarno a Roma' e 'Notti di cinema a Piazza Vittorio' ".

"Non avremmo mai pensato - rincara la dose Ferrero - che l'Amministrazione decidesse di rinunciare a cuor leggero a realtà artistiche di questo calibro che, da quasi 20 anni, hanno permesso a centinaia di migliaia di cittadini di assistere a film di grande livello artistico che normalmente sono di difficile o impossibile fruizione''. 

Il presidente dell'Anec ha rivendicato che ''i nostri eventi hanno caratterizzato in modo prestigioso l'Estate Romana e l'attività culturale della Città, unendo all'aspetto artistico anche l'impegno sociale, come nel caso di piazza Vittorio. Ricordiamo infatti che Notti di Cinema nacque da una precisa sollecitazione dell'Amministrazione che voleva, grazie alla cultura, riqualificare e rendere accessibile una delle più belle e tormentate piazze di Roma''.

Sconosciute le motivazioni che hanno portato l'Amministrazione a prendere una simile decisione; ma "pur non volendo entrare nel merito - continua Ferrero - siamo sorpresi e stupiti dal fatto che coloro a cui è affidata la guida ed il governo di Roma Capitale cadano dalle nuvole e siano loro stessi sbalorditi dall'esito dei bandi, come provenissero da un altro pianeta. Dopo anni in cui abbiamo sempre gravitato nei primissimi posti delle graduatorie ci ritroviamo quest'anno nelle ultime posizioni, pur avendo presentato proposte di uguale valore artistico e, nel caso dei Grandi Festival, addirittura fuori dall'elenco dei soggetti ammessi al finanziamento".

"Evidentemente - continua il presidente di Anec Lazio - si è voluto dare una svolta rispetto al passato e non sappiamo in favore di quale prospettiva culturale. Infatti, se normalmente si cerca di salvaguardare le realtà che portano prestigio alla cultura cittadina, in questo caso si è deciso di penalizzare in modo pesante e punitivo chi, come Anec-Agis Lazio, ha sempre offerto con professionalità, impegno e senso civico un prodotto di altissimo livello, andando in alcuni casi anche contro gli interessi dei propri associati esercenti cinema che non hanno mai accolto positivamente iniziative come Notti di Cinema''.

Alla luce di queste valutazioni Ferrero ha reso noto che "per la prima volta ci troviamo in condizioni tali da essere costretti a rinunciare all'organizzazione delle nostre iniziative perché non ritenute sufficientemente idonee alla vocazione culturale di questa città da chi, fino a pochi giorni fa, le riteneva di assoluto rilievo".

Evidenti i riferimenti al sindaco Marino, che viene chiamato direttamente in causa dal presidente dell'Anec Lazio, ricordando come "l'anno scorso alla presentazione dell'evento Venezia a Roma (19° edizione) in conferenza stampa sia lui che l'allora Ministro Bray spesero parole di grande elogio per la manifestazione, esaltandone l'elevato livello culturale e l'unicità ed importanza per Roma Capitale e la diffusione della cultura cinematografica".

"Appare chiaro - conclude con una stoccata Ferrero - che nei casi in cui conta apparire il governo capitolino è in prima fila, mentre latita quando si tratta di supportare concretamente tali progetti. Infine, rivolgo un saluto ai tantissimi cittadini che in quasi 20 anni di lavoro ci hanno accompagnato con il loro entusiasmo. Li ringrazio di cuore per il supporto e la passione verso il cinema di qualità che hanno dimostrato in tutte le occasioni - conclude - Sperando che questo non sia un addio ma solo un arrivederci a presto".


ARTICOLI CORRELATI
Dal Vinòforum al concerto di Billy Idol. Il programma degli eventi dal 9 al 15 giugno a Roma
A "Un Giorno Speciale" su Radio Radio vivace scambio di vedute sulla caccia. Tozzi: "I cacciatori sono dei poveracci"
Recentemente protagonista femminile dei recital di Vincenzo Bocciarelli “Solo l’Amore resta” e “Vita di Francesco”, dello spettacolo “Eros Italiano” di Mariano Rigillo
I PIU' LETTI IN POLITICA I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
Chiuse le indagini: la Raggi potrebbe rispondere di falso per la nomina di Renato Marra e di abuso d'ufficio per quella di Romeo
2
I controlli dei dipendenti pubblici assenti per malattia da settembre saranno svolti dell'INPS e non più dalle Asl e i medici potranno bussare alla porta dei malati più di una volta al giorno
3
"Era il polmone verde della città di Roma, con un'amministrazione comunale che si dimentica di organizzare la manutenzione, il controllo e la prevenzione"
4
Il Partito Animalista Europeo: "A seguito della nostra querela la Procura di Roma indaga per omissione d'atti d'ufficio"
5
"Ho 35 anni ma ho già una discreta esperienza. Ho sempre continuato a coltivare lo stesso sogno, contribuire dal basso a rendere migliore la mia città"
1
Raggi: "Ovviamente per riportare la luce dopo anni di gestione opaca c'è ancora da fare e in parte questo viene specificato dallo stesso presidente Cantone"
2
Luigi Di Maio, candidato presidente del Consiglio e Capo politico M5S, lo dice in un'intervista al 'Corriere della Sera'
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
La cultura, se patrimonio condiviso, è elemento di identità e coesione sociale, oltre a costituire il vero valore aggiunto
3
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
4
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
5
Lo ha detto l'avvocato del marinaio accusato dello stupro a Radio Cusano Campus: "Ha cambiato versione troppe volte"
Il Quotidiano del Lazio è un marchio di Vergovich Comunicazione Srls.
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.iva n° 12555091003
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]
EDitt | Web Agency