Vuoi la tua pubblicità qui?
14 Maggio 2021

Pubblicato il

Baldissoni: “Nessun dramma, siamo primi”

di Redazione

Il DG della Roma ha parlato a margine del convegno "Libertà di stampa nello sport"

Il DG della Roma ha parlato a margine del convegno "Libertà di stampa nello sport"

"Problema arbitri?
Mi riallaccio a quanto detto prima. Ci mettiamo in condizione di poter vincere le partite, dobbiamo metterci nelle condizioni di vincere tutte le partite. I risultati poi dipendono da tante cose che sono al di fuori del nsotro controllo, che possono essere la fotuna e la bravura degli avversari, il contrasto che oppongono, le decisioni arbitrali. Cose che fanno parte del gioco e che sono assolutamente fuori dal nostro controllo e di cui noi non dobbiamo preoccuparci. Se noi pensassimo che il campionato non è regolare perché gli arbitri decidono come finiscono le partite, noi non dovremmo scendere in campo. E' evidente che non è così. Se noi invece dovessimo pensare che strillando possiamo condizionare gli arbitri faremmo un errore ancor più grave e sciocco, se facciamo una gara a chi ha la voce più grossa e i mezzi di informazione più grandi abbiamo finito anche qui di fare il nostro lavoro".

Sulla gara contro il Sassuolo
"La partita di ieri la Roma meritava di vincerla e sfortunatamente non ha vinto. Continuiamo il nostro percorso come fatto dalla prima giornata, riepeto la Roma fino ad oggi ha dato dimostrazione di poter fare cose straordianrie e siamo convinti che continuerà a lavorare per poter farlo".

Si guarda al quarto posto?
"Facciamo i nostri compiti per arrivare preparati, arrivare preparati vuol dire scendere in campo nella condizone di vincere, cosa che è accaduta in tutte le partite, finora anche in quelle pareggate".

Vuoi la tua pubblicità qui?

Sulla sosta.
"Non c'è un momento giusto o non giusto per la sosta, la squadra non ha bisogno di riporsare. Poi la sosta non è una sosta perché ci sono le nazionali che complicano sempre il lavoro di ogni squadra, perché i giocatori vanno via e tornano sapendo che lavoro hanno fatto. La sosta sarebbe positiva se fosse una sosta per lavorare insieme, non è così e quindi non è positiva".

Vuoi la tua pubblicità qui?

Sull'assenza di Totti.
"Tutte assenze in una società pesano, l'allenatore deve poter fare le proprie scelte secondo il momento di forma di ogni singolo giocatore e con tutta la rosa a dispozisizone. Più si perdono i gicoatori a disposizone meno si hanno scelte e peggio è per la squadra".

I maghi?
Evidentemente qualcuno sta pagando dei contromaghi.

Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento