Vuoi la tua pubblicità qui?
29 Luglio 2021

Pubblicato il

Bambina rischia di soffocare a Velletri: salvata dai Carabinieri

di Redazione

Una bimba di 9 mesi ha ingoiato pezzi di plastica. La madre ha fermato un'auto dei CC, che è corsa in ospedale

A volte sembra che non bisogna distogliere lo sguardo dai bambini piccoli nemmeno per un secondo, altrimenti si rischia di trovarsi a fronteggiare situazioni di pericolo estremo. Ne sa qualcosa una donna di circa 40 anni, che nella mattinata di ieri a Velletri si è presa un enorme spavento, dopo che la figlia di 9 mesi ha ingoiato dei pezzi di pellicola di plastica trasparenti.

Vuoi la tua pubblicità qui?

La piccola ha cominciato ad accusare i sintomi del soffocamento e la madre è entrata comprensibilmente nel panico. La scena è stata notata da un passante che, nonostante abbia applicato una manovra per far espellere alla bambina il materiale ingoiato, non è stata sufficiente a placare i sintomi accusati qualche minuto prima.

Vuoi la tua pubblicità qui?

La fortuna ha voluto che in quel momento transitasse in zona una pattuglia dei Carabinieri, subito bloccati dalla madre della bimba. I militari l'hanno fatta salire a bordo del mezzo insieme alla figlia e si sono recati di corsa in ospedale. Qui la piccola è stata curata e messa al sicuro, per poi essere dimessa qualche ora dopo. Fortunatamente, questa brutta vicenda lascia soltanto un grosso spavento.

AGGIORNAMENTO: Tramite il suo profilo Facebook, la passante (e non un passante come inizialmente era stato detto) ci ha fornito la sua versione dei fatti: "Io e la mamma della bimba – racconta – siamo andate dai Carabinieri, dato che la pattuglia era vicino a noi. Gli abbiamo chiesto di accompagnarci per sicurezza in ospedale, ma la bimba già stava bene, sebbene piangesse. Fortunatamente la manovra aveva fatto il suo effetto".

Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento