Vuoi la tua pubblicità qui?
30 Settembre 2020

Pubblicato il

Botti capodanno, 6 feriti gravi a Tivoli

di Redazione

Particolarmente preoccupanti le condizioni di un 23enne. A Roma 23 feriti, di cui 5 gravi

Sei persone, tra i 16 e i 46 anni, sono in gravi condizioni dopo aver fatto esplodere, nel pomeriggio di ieri a Tivoli, petardi e fuochi d'artificio ammassati in una baracca assieme a delle foglie secche. Il ferito più grave ha 23 anni, ed è stato trasportato all'ospedale Pertini di Roma. Grave anche il 46enne, genitore di uno dei minorenni coinvolti. Gli altri feriti hanno 31, 17 e 16 anni.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Soccorsa una parente di uno dei minori, ferita lievemente, e la madre di un altro, sotto shock.

Per quanto riguarda la Capitale, sono oltre 1500 le chiamate giunte al 113 della capitale dalla mezzanotte del 31 dicembre all’ alba dell' 1 gennaio, con un picco nelle prime due ore del nuovo anno.

Le 69 pattuglie della Polizia presenti sul territorio di città e provincia hanno monitorato per tutta la notte le strade, con particolare attenzione ai luoghi di maggior affluenza, per garantire la sicurezza dei cittadini e dei numerosi turisti, scongiurando di fatto qualunque evento che potesse turbare il clima di festa e l’ordine pubblico.

Grazie alla capillare attività di prevenzione fatta dal personale specializzato della Questura un gran numero di materiale pirotecnico illegale è stato sequestrato nei giorni scorsi: circa mille chili dalla Polizia di Stato, quasi 800 chili dall’ Arma dei Carabinieri e 89mila chili solo dalla Guardia di Finanza.

Ma nonostante questo non sono mancati alcuni feriti proprio a seguito dell’uso dei botti di Capodanno. Il bilancio complessivo delle forze dell’ordine è, infatti, di 23 persone ferite durante la notte, solo 5 delle quali in maniera grave. Tra queste ultime due hanno subito l’amputazione della mano destra ed uno quella di un dito, nessuna delle quali è minorenne.

Non sembra invece riconducibile all’ esplosione di materiale pirotecnico l’incendio divampato in un appartamento in zona Aurelio di cui è rimasto vittima un uomo di 65 anni, disabile, intossicato dal fumo. L’incendio ha infatti avuto origine all’ interno dello stesso appartamento. Il corpo dell’uomo è stato trovato nella cucina, ancora sulla sedia a rotelle.

Sono ancora in corso gli accertamenti tecnici della scientifica e dei vigili del fuoco, disposti dall’ Autorità Giudiziaria competente, necessari all’ esatta individuazione delle cause che hanno dato origine al rogo.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento