Vuoi la tua pubblicità qui?
23 Luglio 2021

Pubblicato il

Bracciano, Museo dedicato ad archeologo difensore di Palmira dall’Isis

di Redazione

Il riconoscimento ad un mese dalla decapitazione dell'archeologo Khaled al-Asaad da parte dell'Isis a Palmira in Siria

Il 18 settembre, ad un mese dal barbaro omicidio a Palmira dell'archeologo Khaled al-Asaad da parte dell'Isis, il Museo civico di Bracciano e molti altri musei del Lazio saranno intitolati alla sua memoria, per ricordare il suo prezioso lavoro, il suo sacrificio e per dire no al terrorismo e alla violenza. L'archeologo ottantaduenne Khaled a l- Asaad, che per oltre quarant'anni è stato responsabile del sito archeologico di Palmira, è rimasto nella città conquistata – antica città romana situata al centro della Siria, citata già nella Bibbia e dichiarata dall'Unesco patrimonio dell'Umanità- nonostante tutti gli avessero consigliato di lasciarla. Prima che la città venisse conquistata dallo Stato Islamico, a maggio scorso, era riuscito a nascondere centinaia di statue e di importanti reperti romani in luogo sicuro. E per questo Khaled al-Asaad è stato catturato e torturato dai miiliziani dell'Isis che, invano, hanno cercato di fargli dire dove avesse nascosto i reperti. E il 18 agosto scorso l'archeologo è stato barbaramente ucciso a Palmira e le sue spoglie sono state appese a un palo. L'Amministrazione comunale di Bracciano, spiega la nota-aderendo all''iniziativa di intestargliil museo, vuole onorare lo studioso ed esprimere solidarietà ai popoli musulmani di Siria e Iraq che vedono saccheggiate le loro città, distrutta l'arte locale, messo a rischio il loro futuro. Una adesione per dire no alla violenza e stringere in un simbolico abbraccio Khaled al-Asaad.

Vuoi la tua pubblicità qui?
Vuoi la tua pubblicità qui?
Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento