Castel Romano, fermate due giovani ladre provenienti dal campo nomadi

Due ragazzine provenienti dal campo nomadi di Castel Romano, l’insediamento rom al confine tra la Capitale e Pomezia, si sono rese protagoniste di un furto. Stando a quanto riportato dai Carabinieri, una 15enne e una bimba di dieci anni hanno sfilato il portafogli, contenente 1.200 euro, dalla borsa di una 19enne turista di Firenze a bordo della metro A. Il loro gesto, però, non è sfuggita allo sguardo di una pattuglia dell’Esercito Italiano che ha notato le due complici scendere velocemente dal vagone alla fermata Barberini.

Le due borseggiatrici hanno anche provato a disfarsi del denaro, senza però riuscirci. I militari dell’11° Reggimento Bersaglieri del Raggruppamento Lazio Abruzzo a guida Brigata “Sassari” le hanno fermate e hanno chiesto l’intervento dei Carabinieri del Comando di Piazza Venezia, i quali le hanno prese in carico e portate in caserma.

La refurtiva è stata quindi recuperata e restituita alla turista. La 15enne nomade, già in passato protagonista di episodi simili, è stata arrestata con l’accusa di furto aggravato e associata a un Centro di Prima Accoglienza, mentre la bambina di 10 anni non è imputabile ed è stata accompagnata in un centro d’accoglienza di Roma.