Vuoi la tua pubblicità qui?
25 Settembre 2020

Pubblicato il

Castrocielo, al via il XIX palio delle contrade

di Redazione

Giochi popolari, costumi d’epoca e tradizione: in paese è tutto pronto per la XIX edizione del Palio delle Contrade di Castrocielo.
Anche quest’anno, come accade ormai da diciannove edizioni, i castrocielesi si ritroveranno nella piazza centrale del paese per gareggiare con giochi ispirati alla tradizione popolare locale e aggiudicarsi l’ambito Gonfalone del Palio.

Da questa sera fino a domenica 11 agosto, tre giorni ricchi di storia e folklore popolare che coinvolgeranno tutti i castrocielesi, dai più piccoli ai più grandi. Sì stasera, alle 21 con la consueta sfilata delle contrade che partirà da viale Immacolata per arrivare a piazza Umberto I, a seguire ci sarà il giuramento delle contrade che introdurrà allo spettacolo del Palio giochi castrocielesi.
Si ripete così il fascino del Palio delle Contrade organizzato dalla Pro Loco di Castrocielo in collaborazione con il “Comitato per il Palio” e il patrocinio del comune di Castrocielo.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Al palio partecipano tutte le Contrade costituenti il territorio comunale, in totale sette: Capod’Acqua, Centro, Campo Cavaliere, Rio, San Liberatore, Stazione, Strada Romana. Tutte “agguerrite” per aggiudicarsi il Gonfalone del Palio, campioni in carica la contrada Stazione.
Undici i giochi previsti nei tre giorni del Palio: il tiro alla fune, lo stroncone, corsa con i sacchi, corsa con la cannata, corsa con la carriola, portasacchi, lo scoccia pignate, lancio della spugna, percorso misto, la staffetta e il gioco della briscola.

Nell’arco delle tre serate sono previsti anche dei giochi popolari dove parteciperanno bambini fino a tredici anni: il gioco del cocomero, la corsa con sacchi, il lancio della spugna ma la loro partecipazione è solo dimostrativa e non valida ai fini dell’assegnazione di punteggi per le Contrade.

Il fine della manifestazione è quello di creare, attraverso una serie di giochi ispirati alla cultura e alla tradizione popolare, una sana e sportiva rivalità contradaiola che alla fine unisca tutti nell’amore del proprio paese. «La manifestazione ha lo scopo di aggregare tutto il paese – spiega il presidente della Pro Loco, Gianni Fantaccione –, con i giochi che si rifanno alla tradizione popolare del territorio. Anche quest’anno è stata confermata la presenza di giochi per bambini. Questo per creare un ponte generazionale, per promuovere tra i più giovani aspetti legati alla storia e alle tradizioni del paese».

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento