Che disdetta: ragazzi bocciati, in classe insieme. Prof scadenti sparsi ovunque

I bocciati? Tutti insieme appassionatamente.  La prospettiva era quelli di distribuire gli ultimi della classe in varie sezioni della città per una questione di equilibrio e invece è successo che i 4 in pagella si sono ritrovati nella stessa aula, Il progetto pilota voluto dal preside del Liceo Rosmini di Trento: "crediamo nei ragazzi – ha detto il dirigente – la scelta spettava alle famiglie che hanno aderito". 

Prima di esprimere un qualsiasi commento è bene ricordare cosa ha risposto il preside Stefano Kirchner ad alcune obiezioni fatte in merito a questo progetto. "Qualcuno ha detto che ci piace vincere facile — ha chiarito Kirchner a Repubblica — perché abbiamo messo assieme insegnanti motivati (che hanno accettato anche di partecipare a riunioni di classe più frequenti) e studenti che, dopo un anno trascorso al primo anno di licei scientifici e classici, non sono certo alle prime armi". 

Dal nostro punto di vista siamo sicuri che il progetto sarà un successo poiché esiste appunto una forte motivazione degli insegnanti. Il che però ci porta a domandarci: quanti sono gli insegnanti che non hanno una forte motivazione e che abbandonano gli studenti al proprio destino? Per conoscere la risposta basta calcolare il numero dei bocciati. O no?

Sarebbe, dunque, altrettanto interessante inserire professori scarsi tutti insieme. Certo ci vorrebbe un sacco di spazio.