Vuoi la tua pubblicità qui?
20 Aprile 2021

Pubblicato il

Che peccato: ogni italiano spreca quasi 3 chili di cibo l’anno

di Redazione

Il 35% di questo scarto potrebbe essere recuperabile a scopo alimentazione umana e invece finisce nel cestino della spazzatura

Non è importante che il tortellino sia ripieno di carne di maiale, la cosa fondamentale è non sprecarlo. Secondo la Fao, ogni anno un terzo della produzione mondiale di cibo  (3,9 miliardi di tonnellate) si perde o si spreca, per un totale complessivo di circa 1,3 miliardi di tonnellate di alimenti. In Europa la quantità di cibo sprecata ogni anno ammonta a 89 milioni di tonnellate.

Lo spreco riguarda tutta la filiera alimentare, molto complessa da tracciare. La suddivisione percentuale dello spreco alimentare – scrive Altreconomia – mostra come il 42% si verifica nelle abitazioni domestiche, il 39% durante la fase di trasformazione/produzione, il 14% nel settore della ristorazione, il 5% nella vendita al dettaglio e all’ingrosso.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Il Rapporto 2018 dell’Osservatorio Waste Watcher e il progetto Reduce, promosso dal Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agroalimentari dell’Università di Bologna, dall’Università della Tuscia e il ministero dell’Ambiente, ogni consumatore italiano spreca 2,89 kg/anno pro capite, vale a dire 55,6 gr a settimana e 7,9 gr al giorno solo sul piano distributivo. Il 35% di questo spreco potrebbe essere recuperabile a scopo alimentazione umana”. Inoltre, la rilevazione mette in luce attraverso i “Diari di Famiglia” i dati dello spreco domestico del cibo in Italia: 36 chilogrammi annui di alimenti pro capite che finiscono nella spazzatura pur essendo pienamente commestibili. 

Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento