Vuoi la tua pubblicità qui?
08 Dicembre 2021

Pubblicato il

“Ci ho ripensato: meglio in casa con mia moglie che in caserma”

di Redazione

Alla fine ha cambiato idea, ma lo ha fatto in modo nuovamente rocambolesco. Evidentemente il 41enne di Fondi è destinato a far parlare di sé. Come ricorderete, vi avevamo raccontato qualche giorno fa la sua assai particolare vicenda. L'uomo, infatti, ha implorato i Carabinieri di ricondurlo in carcere, evitando gli arresti domiciliari per sfuggire ai rimproveri e alle lamentele della moglie. In effetti la donna aveva i suoi buoni motivi per protestare, dal momento che il 9 gennaio era stato arrestato mentre stava spacciando marijuana in piazza. Si trattava del terzo arresto in una settimana, cosa che aveva mandato su tutte le furie la consorte, che non lo aveva certo accolto con baci e abbracci dopo che era tornato in casa per scontare gli arresti domiciliari.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Avendo compreso che per lui l'aria era molto pesante, dopo poco più di un'ora si era ripresentato presso la caserma della Tenenza locale dicendo di aver litigato con la moglie e di preferire il carcere alla propria abitazione. La sua permanenza dietro le sbarre è però terminata quando nel processo per direttissima bis i giudici si sono rivelati inflessibili, rispedendolo a casa.

Vuoi la tua pubblicità qui?

La vicenda sembrava terminata e invece sabato il 41enne è stato sorpreso mentre si trovava all'ingresso della palazzina dove abita, contravvenendo quindi alle disposizioni. E' qui che lo scenario si è completamente capovolto rispetto a dieci giorni fa: i Carabinieri lo hanno prelevato per ricondurlo in caserma, essendo di fatto evaso dai domiciliari. Stavolta, però, l'uomo non si è rivelato per nulla propenso ad allontanarsi dalla propria casa, al punto da accusare un malore e svenire. Malgrado ciò, questo non gli è bastato per sottrarsi all'arresto, visto che i soccorsi gli sono stati prestati presso la caserma, dove ha trascorso il fine settimana. Ma non è finita qui: lunedì c'è stato un nuovo processo per direttissima che ha confermato i domiciliari. La vicenda sembra chiusa ma con il 41enne di Fondi mai dire mai…

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo

Vuoi la tua pubblicità qui?