Vuoi la tua pubblicità qui?
25 Ottobre 2020

Pubblicato il

Colleferro, presentata la stagione teatrale

di Redazione

E’ quella del Teatro comunale, che prende il via da questa settimana

Una nuova stagione, sia da un punto di vista del cartellone che sta per iniziare, sia sotto il profilo dei contenuti che verranno proposti da qui in avanti. E’ quella del Teatro comunale, che prende il via da questa settimana, e che è stata presentata ieri sera in una conferenza stampa in sala consiliare.

Presenti il consigliere comunale Mario Del Prete e il nuovo direttore artistico del Teatro Stefano Raucci. “Sarà una stagione brillante”, ha auspicato il consigliere Del Prete, a proposito del tradizionale avvio di stagione che vedrà il Vittorio Veneto, da sabato prossimo 7 dicembre al 1 marzo 2014, protagonista di cinque appuntamenti teatrali con il meglio delle compagnie italiane attualmente in circolazione.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Poi, lasciando al Direttore il compito di illustrare il programma in dettaglio, ha voluto sottolineare l’importanza della struttura comunale anche al di là della programmazione della imminente stagione teatrale. “Il teatro comunale – ha detto – è una cosa viva in cui ognuno, in una forma strutturata, potrà esprimersi, perché la cultura bisogna anche farla, non solo incamerarla. La cultura deve essere un motore, uno start up”, ha detto ancora pensando soprattutto ai giovani e al ruolo che possono avere nell’ambito delle attività del teatro nei mesi a venire. E infatti ha anticipato anche la prossima attivazione di un progetto culturale “Piccoli sentieri”, che vede i giovani e gli insegnanti protagonisti di un modo nuovo di attingere alla ricchezza delle attività teatrali.

Il nuovo direttore Stefano Raucci, oltre a fare un quadro della nuova stagione che sta per iniziare, ha detto che in parallelo partirà anche un’altra programmazione, con spettacoli di musica e teatro, nella quale, oltre a nomi di noti professionisti (in proposito ha citato Rita Forte e Povia, due dei primi appuntamenti) ci sarà ampio spazio per le associazioni locali. Come nel caso delle White Nymphs che si esibiranno nell’ambito del concerto della Forte. “Il teatro deve tornare ad essere un luogo bello da vivere – ha detto ricordando anche il restyling che la struttura ha appena subìto – e dove la gente abbia voglia di venire non solo perché c’è il nome di grido ma anche per la curiosità di scoprire cose nuove”. E questa è forse la sfida più difficile per chi fa cultura. A breve, è stato annunciato, ci sarà anche un sito internet del Teatro mentre è già attiva una pagina facebook ufficiale.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Alla conferenza stampa era presente anche l’attore Maurizio Mosetti che il consigliere Mario Del Prete ha voluto ringraziare per la collaborazione che sta offrendo in questo momento per la migliore partenza della stagione teatrale. Il debutto teatrale di sabato, infatti, sarà preceduto da un’anteprima che si terrà, alle ore 21, presso il mercato coperto di via Sobrero, curata dall’attore, il quale presenterà “La bbellezza”, una performance tra musica e prosa, sul poeta Gioachino Belli. Da non perdere. L’ingresso in questo caso è libero.

Per informazioni: Ufficio Cultura (tel. 06.97203204-245); Teatro (tel. 06.9781015 – 338.5274636). Di seguito gli spettacoli in programma:
Sabato 7 dicembre, ore 21 – “Ben Hur” di Gianni Clementi, con Paolo Triestino, Elisabetta De Vito e Nicola Pistoia; regia di Nicola Pistoia.
Venerdì 10 gennaio, ore 21 – “Lezioni americane” di Italo Calvino, con Giorgio Albertazzi; regia di Orlando Forioso.
Domenica 19 gennaio, ore 18 – “Buona domenica” di Dany Laurent, con Edoardo Siravo e Manuela Aureli; regia di Roberto Ciufoli.
Sabato 1 febbraio, ore 21 – “La vita è una cosa meravigliosa…” di e con Carlo Buccirosso, Mario Porfido e Antonella Morea; regia di Carlo Buccirosso.
Sabato 1 marzo, ore 21 – “Barberìa” di Gianni Clementi, con Massimo Venturiello e l’Orchestra “da barba” Siciliana; regia di Massimo Venturiello.

Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento