Vuoi la tua pubblicità qui?
07 Luglio 2020

Pubblicato il

Coltivavano marijuana in serra

di Redazione

Oltre alla marijuana, spacciavano cocaina liquida: quattro arresti a Latina

Coltivavano marijuana in serra. Durante la notte, i finanzieri del nucleo di polizia tributaria di Latina hanno portato a termine un brillante operazione antidroga.

La collaborazione dei colleghi del gruppo di Fiumicino ha consentito alle fiamme gialle pontine di individuare un già noto 50enne del capoluogo di rientro dalla Colombia, il quale – a seguito di controlli e pedinamenti – è stato bloccato insieme ad altri tre complici per il reato di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Sin dal momento dello sbarco, il 50enne era stato notato per il suo strano comportamento e per le precarie condizioni di salute. Insieme ad altri due individui che lo attendevano all'uscita dell'aeroporto – un 44enne e un 45enne , anch'essi già noti alle forze dell'ordine – ha raggiunto una palazzina sul lungomare di Latina.
Appostati in prossimità della palazzina, dopo qualche minuto, i finanzieri osservavano che i due uomini uscivano dallo stabile in compagnia di una terza persona, un 47enne campano da anni residente a Latina, mentre il 50enne era rimasto in casa. A quel punto gli uomini delle fiamme gialle hanno deciso di intervenite bloccando i tre e precipitandosi nell'appartamento. All'interno i militari hanno trovato tre involucri di cocaina liquida che il 50enne aveva precedentemente ingerito; in evidente stato di sofferenza, il "corriere" è stato così trasferito presso l'ospedale, dove ha "espulso" altri quattro ovuli.

Nell'appartamento i militari hanno trovato di tutto: una "serra da interni", allestita per la coltivazione di marijuana, con tanto di lampade alogene, sistemi per il controllo di umidità e temperatura, impianto di aerazione e 47 piantine di canapa indiana; in cucina c'erano le rudimentali attrezzature per consentire la solidificazione della cocaina che, essendo di elevatissima purezza, avrebbe consentito lo spaccio per oltre 1.500 dosi sul mercato locale. Nell'appartamento sono stati scovati ulteriori quantitativi di marijuana e denaro in contanti.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento

Condividi