Vuoi la tua pubblicità qui?
14 Maggio 2021

Pubblicato il

Controlli a tappeto dei Carabinieri a Roccasecca: 2 denunce

di Redazione

"Pizzicati" sulla Casilina bordo di un autocarro due napoletani, trovati in possesso di grimaldelli e chiavi alterati. Foglio di via obbligatorio per altri 3 napoletani

Nella giornata di ieri a Roccasecca i Carabinieri della locale Stazione, a conclusione degli accertamenti svolti al fine di contrastare i reati predatori, hanno deferito in stato di libertà per il reato di ricettazione e possesso ingiustificato di chiavi alterate o di grimaldelli un 52enne e un 28enne, entrambi residenti a Napoli e già censiti. I predetti erano stati  fermati e controllati dai militari operanti mentre si trovavano a bordo di un autocarro sulla SR  6 Casilina. Nel corso della perquisizione veicolare veniva rinvenuto il seguente materiale, del quale gli indagati non sapevano fornire la lecita provenienza:

Vuoi la tua pubblicità qui?

–     12 infissi in legno di colore bianco, di cui 6 porte da interno e  6 finestre;

–      18 gradini in pietra antica per scala interna;

–     una barra d’acciaio della lunghezza di 1 metro;

–     un  cacciavite lungo 40 cm.

Nella circostanza il 52enne, che era alla guida del mezzo, veniva anche contravvenzionato ai sensi dell’art. 213 co. 4 del C.d.S., con contestuale applicazione della sanzione accessoria del ritiro immediato della patente di guida, poiché conduceva il citato autocarro nonostante fosse stato sottoposto a sequestro amministrativo (eseguito il 9 settembre 2015 da altro organo di polizia).

Vuoi la tua pubblicità qui?

Nel corso del medesimo servizio i militari operanti intercettavano a piedi, sulla stessa SR 6 Casilina, un 33enne, un 30enne e un 57enne, tutti residenti a Napoli e già censiti. Ricorrendone i presupposti, ai predetti veniva notificato l’avvio del procedimento amministrativo finalizzato all’emissione del foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno nel territorio del comune di Roccasecca per anni tre. Il veicolo ed il materiale venivano sottoposti a sequestro.

Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento