Vuoi la tua pubblicità qui?
23 Settembre 2020

Pubblicato il

Coppa Italia Serie D:la Vis Artena batte l’Anzio e ora sfiderà il Latina

di Redazione

Le reti di Austoni e Binaco. Punzi: “A Latina ce l’andiamo a giocare senza nessun tipo di problema”

La Vis Artena ha espugnato il Bruschini di Anzio, nel match valido per il turno eliminatorio di coppa Italia Serie D, guadagnandosi il diritto a sfidare il Latina, domenica prossima, 2 settembre. 0 – 2 il risultato finale con le reti di Austoni e Binaco. Vittoria meritata per i rossoverdi, che si sono visti annullare ben sette gol (tre a Di Curzio, una a Crescenzo, Costantini, Basilico e Panella) nell'arco dei 90' di gioco.

La partita

Primo tempo a senso unico con la Vis Artena in rete già dopo un minuto, ma Di Curzio viene pescato in offside dal direttore di gara. I ragazzi di Punzi, schierati con un 4-3-3 aggrediscono l’Anzio Calcio. Dopo diverse opportunità e due grosse parate del portiere avversario, al 31’ arriva il gol artenese con Austoni che si accentra da sinistra e calcia all’angolino basso in maniera imprendibile. Nella ripresa il copione non cambia: la Vis Artena ha il solo difetto di non chiudere la pratica, vedendosi annullare la bellezza di cinque marcature. Si arriva fino all’89esimo quando è Binaco con un perfetto calcio di punizione a raddoppiare i conti e a regalare alla Vis Artena la qualificazione al primo turno della Coppa Italia di serie D.

I commenti:

Mister Francesco Punzi: Una partita dominata? “Si, ma dovevamo essere più bravi nel chiuderla: quando le partite sono in bilico basta un episodio per fare in modo che la partita torni su l’equilibrio. Comunque è la prima partita; la prima nasconde sempre insidie particolari dal punto di vista dell’approccio, in questo siamo stati molto bravi. Una tappa di avvicinamento al campionato. Adesso un’altra settimana di lavoro poi andremo a giocare a Latina, dove, sicuramente, affronteremo una squadra con ben altre ambizioni rispetto sia a noi che all’Anzio, però ce l’andiamo a giocare senza nessun tipo di problema”. La prima nasconde sempre qualche insidia: cosa ha visto di positivo e cosa di negativo: “Di negativo ci lavoriamo; sono degli automatismi che vanno affinati, alcuni atteggiamenti, dobbiamo crescere come intensità di gioco, ma tutto questo si fa solo giocando. Di positivo l’approccio, giustissimo, la ricerca di alcuni automatismi sui quali abbiamo lavorato tanto. Mi è piaciuta la gestione dei momenti difficili, alcuni fraseggi, anche stretti, prendendoci qualche rischio, ma è il nostro modo di interpretare la partita”.

(Il tecnico della Vis Artena Francesco Punzi)

Filippo Austoni (classe 2000): Il marcatore del primo gol della storia della Vis Artena in Serie D, coppa Italia: “E’ stata una partita molto combattuta, soprattutto all’inizio del primo tempo. Poi però siamo riusciti a sbloccarla, essendo molto ‘cattivi’ attaccando subito l’uomo. E’ stata un’emozione unica segnare il mio primo gol tra i grandi”.     

(Filippo Austoni, attaccante Vis Artena)

Formazioni:

Anzio Calcio 1924: Statello, La Villa (Di Magno), Costanzo, Del Prete (Celani), Magliano, Galullo, Pirazzi, Abu Kheit, Landolfi (Mazzella), Artistico, Di Pietro. A disposizione: D’Artibale, Lazzarini, De Carlo, Bruno, Florio. Allenatore: Giovanni Pisano.

Vis Artena: Florio, D’Aprile (Calcagni), Tarantino, Costantini, Capanna, Crescenzo (Sabelli), Binaco, Panella, Origlia, Di Curzio (Basilico), Austoni. A disposizione: Lo Scalzo, Cristini, Cestrone, Persichini, Valentino, Monteforte. Allenatore: Francesco Punzi.

Vuoi la tua pubblicità qui?

(La formazione iniziale della Vis Artena)

Arbitro: Matteo Centi di Viterbo; Assistenti: Massimiliano Starnini di Viterbo e Vito Angileri di Aprilia.

Marcatori: 30’ Austoni; 88’ Binaco.

Ammoniti: Del Prete, Magliano, Celani (Anzio Calcio); Crescenzo, Panella, Basilico (Vis Artena).

Espulsi: Galullo (Anzio Calcio).

LEGGI ANCHE:

Artena, Palio, intervista alle menti della via Velletri dopo la vittoria

Alessio Pizzotti presenterà il suo secondo disco all’Auditorium di Roma

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento