Vuoi la tua pubblicità qui?
27 Luglio 2021

Pubblicato il

Coronavirus. 23 Marzo. Borrelli: “superate le 6mila vittime, 602 in più di ieri”

di Redazione

Oggi, è stato dimesso dal San Matteo di Pavia Paziente 1, il 38enne di Codogno ritenuto il primo caso accertato di Coronavirus in Italia

Coronavirus in Italia: 63927 positivi, 7.432 guariti, 6.077 morti. Sono complessivamente 6.077 le vittime di Coronavirus in Italia, con un aumento rispetto a ieri di 602. Il dato è stato reso noto dal capo Dipartimento della Protezione civile, Angelo Borrelli. Sono 3.204 i malati ricoverati in terapia intensiva, 195 in più rispetto a ieri. Di questi, 1.183 sono in Lombardia. Dei 50.418 malati complessivi, 20.692 sono poi ricoverati con sintomi e 26.522 sono quelli in isolamento domiciliare. 

Vuoi la tua pubblicità qui?

Sale a 24 il numero dei medici deceduti per l'epidemia di Covid-19 in Italia. L'aggiornamento è della Federazione nazionale degli Ordini dei medici. Gli ultimi decessi certificati, e riportati nella triste lista della Fnomceo, sono quelli di Rosario Lupo, medico legale di Bergamo, e di Giuseppe Fasoli, medico di famiglia in pensione nel bresciano, tornato in attività per l'emergenza coronavirus. Nella lista dei 24 nomi sono anche inclusi medici pensionati ma non più attivi.

Oggi, è stato dimesso dal San Matteo di Pavia Paziente 1, il 38enne di Codogno ritenuto il primo caso accertato di Coronavirus in Italia. Mattia, questo il suo nome, la sera del 19 febbraio era stato ricoverato nel presidio ospedaliero della cittadina del Lodigiano per poi essere trasferito tra il 21 e il 22  in condizioni disperate nella rianimazione dell'ospedale pavese. Lo scorso 9 marzo ha cominciato a respirare autonomamente. 'Io sono stato fortunato',  ha detto in un video trasmesso sulla pagina Facebook di Lombardia Notizie. "Io sono stato curato mentre ora potrebbero non esserci medici per salvarti la vita, quindi state a casa. Da questa malattia si può  guarire, devo devo dire grazie ai medici che  mi hanno concesso di tornare a vivere. Chiedo a tutti i media di rispettare la privacy mia e mia famiglia, vorremmo piano piano dimenticare questa esperienza e tornare alla nostra normalità", ha aggiunto. 

Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento