Vuoi la tua pubblicità qui?
17 Maggio 2021

Pubblicato il

Covo con bandiere Isis a Roma, la Questura smentisce

di Redazione

La Questura dà la sua versione dei fatti: non conferma e in parte smentisce la notizia de Il Tempo

Una nota diffusa poco fa dalla Questura di Roma non conferma, e smentisce in parte, la notizia diffusa stamane dal quotidiano romano Il Tempo, che aveva lanciato l'allarme del rinvenimento, in seguito a indagini della Polizia, di alcune bandiere dello Stato Islamico, in una roulotte all'Infernetto, con tanto di cartine e mappe di Roma con cerchiate alcune aree della Capitale.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Quella dell'Isis a Roma quindi, sembra rimanere per ora solo una psicosi collettiva. La Questura ha infatti reso noto che i motivi del gesto, gli appoggi e il sostegno alla breve latitanza dei due tunisini, che avevano fatto perdere le loro tracce dopo una colluttazione con le forze dell'ordine avvenuta la scorsa notte, devono essere ancora accertati.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Uno dei due uomini che ieri, dopo essere stati fermati per un controllo da una volante in via dei Sette Mari, hanno tentato di sparare ai poliziotti impegnati che li avevano fermati, S.H. di 30 anni, è stato individuato e bloccato dagli agenti della Digos e del Commissariato S. Basilio, mentre l'altro uomo, presumibilmente della stessa nazionalità risulta ancora ricercato. Il trentenne tunisino è stato sottoposto a fermo e dovrà rispondere di tentato omicidio, ricettazione e porto abusivo di arma da fuoco, lesioni, violenza e resistenza a pubblico ufficiale. La pistola che i due hanno rivolto contro gli agenti è risultata inoltre rubata.

Un episodio insolito quindi, che senza dubbio desta preoccupazione, ma che sembrerebbe non avere nessun legame con una presunta cellula dell'Isis nella Capitale.

Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento