Delitto Cogne, Giro (F.I.): Assurda la libertà della Franzoni

"È già assurdo che una madre, che ha ucciso barbaramente il proprio figlio piccolo, per questo efferato delitto venga condannata solo a 16 anni. Se poi questa pena viene ridotta di oltre sei anni a poco più di dieci anni – dei quali 4 scontati ai domiciliari oltretutto con la possibilità di lavorare all'esterno con una cooperativa- beh allora viviamo in uno Stato ingiusto che non tutela le persone perbene e non sanziona quelle che hanno commesso reati gravissimi". Così Francesco Giro, senatore di Fi, sul caso di Anna Maria Franzoni, tornata in libertà dopo la pena scontata per l'omicidio del figlio, il piccolo Samuele. (Com/Pol/ Dire)