Vuoi la tua pubblicità qui?
11 Giugno 2021

Pubblicato il

Lo sapevate che...

Dispenser acqua: dove installarlo e perché

di Redazione

Il dispenser di acqua può essere un’ottima soluzione anche nelle attività di ristorazione e permette anche di abbattere i costi

Dispenser acqua
Dispenser acqua per ufficio

Diversamente da come si pensa in generale, l’acqua buona da bere non è solo quella in bottiglia, oggi infatti è possibile sorseggiare un bicchiere d’acqua proveniente da un comodo erogatore senza dover acquistare la classica cassa d’acqua. È ormai risaputo infatti che anche l’acqua proveniente dagli erogatori e distributori, ovvero i dispositivi che vengono installati nelle aree pubbliche o negli uffici per ottemperare agli obblighi normativi che impongono la fornitura di acqua potabile, garantisce altissimi standards di purezza e di qualità.

In genere i cosiddetti distributori d’acqua si attaccano alla rete idrica, e migliorano l’acqua che sgorga dal rubinetto, eliminando le tracce di cloro, nitrati e pesticidi, ed eventualmente intervenendo anche sulla durezza. In conclusione, si tratta di uno strumento che può semplificare notevolmente la vita di qualsiasi famiglia e che può ridurre sensibilmente l’impatto sull’ambiente. È risaputo infatti che le bottiglie di plastica, nonostante siano quasi sempre riciclabili, hanno causato (e tutt’oggi causano) enormi danni al pianeta.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Distributori d’acqua da ufficio

L’allegato 4 del decreto legislativo 81/08 al punto 1.13.1 impone che nei luoghi di lavoro debba essere messa a disposizione dei lavoratori acqua potabile in quantità sufficiente al loro fabbisogno e che per la provvista, la conservazione e la distribuzione della stessa debbano essere osservate tutte le norme igieniche dettate dalla specifica normativa di settore. Proprio per questo, anche in ufficio, qualsiasi esso sia, è fondamentale fornire acqua a coloro che ci lavorano. Per farlo, è possibile avvalersi di appositi dispenser d’acqua da ufficio, una soluzione pratica, comoda, conveniente e molto igienica.

Infatti, ogni dipendente può utilizzare il proprio bicchiere o la propria borraccia e riempirla direttamente dal punto di erogazione, evitando di dover portare con sé una o più bottigliette di plastica, molto inquinanti per l’ambiente. Anche se ad utilizzare l’erogatore sono più dipendenti, si può garantire comunque la massima igiene poiché il punto dove sgorga l’acqua non entra a contatto con le mani di tutti, come avviene, invece, con un rubinetto. Alcuni erogatori, come quelli Culligan, consentono anche di installare una particolare lampada uv sul punto di erogazione al fine di eliminare i batteri senza l’utilizzo di detergenti chimici che potrebbero alterare il gusto dell’acqua.

Vuoi la tua pubblicità qui?

In questo modo è possibile garantire un livello di qualità dell’acqua ancora più elevato. Inoltre, non tutti sanno che molti erogatori permettono addirittura di scegliere tra acqua frizzante, naturale, a temperatura ambiente, più fresca per dissetarsi nei mesi estivi o calda per preparare the e tisane e molto altro ancora.

Distributore d’acqua per il settore ristorativo

Il dispenser di acqua può essere un’ottima soluzione anche nelle attività di ristorazione, tale dispositivo infatti permette non solo di ridurre l’utilizzo di bottiglie di plastica, ma anche di abbattere i costi. Con il passare del tempo infatti sempre più attività decidono di installare questo dispositivo all’interno delle proprie sale. Inoltre, occorre sottolineare anche un ulteriore aspetto positivo che deriva dall’utilizzo di dispenser in queste attività: servire acqua alla spina ai propri clienti, permette anche di evitare il rifornimento continuo di bottiglie d’acqua, che occupano anche molto spazio in magazzino.

I distributori d’acqua, istallati in ristoranti, hotel, mense, bar, ecc., infatti, occupano uno spazio molto minore rispetto alle casse d’acqua. Se si propone acqua in vetro, inoltre, è anche necessario attendere che il fornitore possa ritirare quelle vuote, o attendere la raccolta del vetro settimanale. In poche parole, si tratta di un’ottima soluzione non solo per le abitazioni ma anche per le attività che operano nel mondo della ristorazione che hanno intenzione, da un lato, di garantire un servizio eco friendly e, dall’altro, di risolvere alcuni problemi pratici connessi alla conservazione e al consumo di acqua.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento