Vuoi la tua pubblicità qui?
03 Agosto 2020

Pubblicato il

Domenica 27. A Roma e a Tivoli il docufilm su Bruno Gröning

di Redazione

Ingresso libero a offerta volontaria: una grande occasione per avvicinarsi a un modo diverso di concepire la salute e di vincere le malattie

Probabilmente non ne avete mai sentito parlare, ed è un peccato. Perché Bruno Gröning, nato a Danziza nel 1906 e morto a Parigi nel 1959, è stato un personaggio straordinario e affascinante, che è impossibile racchiudere in una sola parola.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Qualcuno potrebbe definirlo un “guaritore”. E in effetti è vero che egli fu l’artefice di numerose e insperabili guarigioni che la scienza non è in grado di spiegare. Ma purtroppo quel termine non ha buona fama e quindi è meglio evitarlo. Soprattutto se si decide di avvicinarsi e di saperne di più.

L’occasione di farlo ci sarà domenica prossima, 27 gennaio, con un doppio appuntamento che si svolgerà in parallelo a Roma e a Tivoli e che permetterà di assistere al film documentario "Il fenomeno Bruno Gröning”. Più in dettaglio, i programmi delle due iniziative, che sono entrambe a ingresso libero e offerta volontaria, sono questi: a Roma la proiezione si svolgerà presso il cinema Azzurro Scipioni, in via degli Scipioni 82 (Matro A Ottaviano) dalle ore 10.00 alle 16.00 (con 2 pause, una delle quali per il pranzo); a Tivoli la cornice sarà invece quella del Teatrino di via del Collegio 6, con orario di inizio alle ore 11.00 e di conclusione alle 17.00 (anche in questo caso con 2 pause, compresa quella per il pranzo).

Bruno Gröning: una via verso l’equilibrio psicofisico

La pellicola, come spiega efficacemente il comunicato stampa, offre “uno sguardo differente sulle origini della salute, della malattia e delle dipendenze”, e lo fa raccontando la vita e l’impegno di Bruno Gröning, “un laico tedesco dalla forte spiritualità” che indicò (e incarnò) un approccio diverso al nostro stare al mondo. Una via “verso l’equilibrio psico-fisico, in armonia con se stessi e con l’ambiente circostante”.

L’eredità di Bruno Gröning, che per le sue attività a favore degli altri non volle mai ricevere nemmeno un centesimo, è stata poi proseguita dal “Circolo per l’Aiuto Naturale nella Vita”, un’associazione di volontariato che è diffusa in tutto il mondo e che opera attraverso delle comunità, il cui nucleo iniziale fu fondato dallo stesso Gröning.

Per ulteriori informazioni ed eventuali contatti, il sito è lo stesso già linkato sopra riguardo al film.

Leggi anche:

Super ricchi e super poveri. La “denuncia” fuorviante di Oxfam

La polemica tra Salvini e Mimmo Lucano: il cristianesimo ridotto a spot

Autostrade. Nuovi tutor in nome della sicurezza: per chi ci crede

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento

Condividi