Vuoi la tua pubblicità qui?
09 Luglio 2020

Pubblicato il

Dove andare a Roma e nel Lazio nel weekend del 6, 7 e 8 Marzo 2020

di Redazione

Questo weekend siamo a Velletri, Soriano nel Cimino, Priverno, Rieti e Anagni. Ne vedrete delle belle

Le scuole sono chiuse? Nessun problema, il web di Discover è sempre aperto! La recente notizia della chiusura delle scuole e della maggior parte degli eventi culturali ha spiazzato un po’ tutti, a cominciare dalla nostra redazione Discover Places, che ogni settimana vi racconta i migliori eventi da vivere nella nostra meravigliosa Regione Lazio.

Ma se gli eventi non ci sono?

Come disse il Corvo nell’omonimo film, “Non può piovere per sempre”, ebbene si.

Questo periodo passerà, e visto che la bellezza del nostro territorio è contagiosa ma non virale. I nostri borghi sono qui da millenni, e rimarranno nello stesso posto fino a che noi continuiamo ad amarli e continuiamo a farli conoscere al mondo interno.

Per questo abbiamo deciso, nell’incertezza di queste settimane, di raccontarvi le storie di 5 borghi scelti da noi, fino a che non superiamo questo periodo. Basta farlo con il sorriso, e la giusta informazione!

 

Discover Velletri

Ao ma chi sei? Fra Tazio da Velletri?

Il paese delle camelie e dei Volsci, ve lo ricorderete sicuramente per questa frase che molti di noi avranno detto almeno una volta, ma chi è veramente il borgo di Velletri?

Velletri era un importante centro dei Volsci, ha sempre mantenuto dei secoli insieme al suo popolo lo spirito combattente, che l’ha portato ad essere uno dei pochi comuni Italiani liberi, proclamando una sua Repubblica nel 1798.

Il suo spirito libertino si traduce anche nelle splendide feste che vengono organizzate durante l’anno e che richiamano caratteristiche uniche e prodotti pregiati del suo territorio. Dalla festa delle camelie, un bellissimo, ma insolito fiore, che ha trovato nel territorio di Velletri il luogo perfetto per prosperare, agli appuntamenti dedicati al Vino locale e al pane e all’olio, due prodotti di vanto per questo borgo grazie anche alla presenza della vicina Lariano.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Guida di Velletri (http://discoverplaces.travel/it/Places2/guida-di-velletri/)

 

Discover Soriano nel Cimino

Con gli Etruschi non sbaglia mai!

Uno dei borghi più belli e conosciuti del Viterbese, con il suo imponente castello e centro storico era una fiorente città Etrusca, oggi continua a colpire chiunque lo visiti con la sua bellezza a 360° gradi.

Il nome Soriano deriva dall’etrusco “surus ianus” o “luogo boscoso”, un toponimo donato da questo popolo antico per via della sua vicinanza alle lussureggianti faggete del Viterbese.

La storia del borgo è complessa, e dopo vari passaggi tra Romani, Longobardi e Saraceni, arriva nelle mani della potente famiglia Orsini con cui vive, insieme al resto del Viterbese, il suo massimo periodo di splendore.

Il castello venne costruito in seguito intorno ad un antico insediamento, il borgo di Soriano ospita inoltre le splendide Scuderie di Palazzo Chigi, che oggi vengono utilizzate per spettacoli mostre e concerti. Tutta l’area è famosa per la produzione di nocciole e castagne, e a quest’ultime Soriano nei mesi autunnali dedica un’intera settimana di spettacoli e degustazioni, che non solo omaggiano questo prodotto tipico, ma rievocano l’antica storia di questo borgo.

Guida di Soriano nel Cimino (http://discoverplaces.travel/it/Places2/guida-di-soriano-nel-cimino/)

 

Discover Priverno

Pausa Falia e Broccoletti?

Luogo di passaggio per San Tommaso d'Aquino, la città di Priverno si trova nella valle dell’Amaseno, ha origini antichissime e leggende che avvolgono il borgo sin dall’epoca romana.  Grazie alla vicinanza Via Appia, Priverno è sempre stato un centro commerciale dalla grande importanza, cosa che negli anni l’ha reso un vero e proprio scrigno di bellezze architettoniche e storiche, a cominciare dall’Antica Privernum, una delle aree archeologiche più belle e importanti del Lazio, i cui reperti sono custoditi nel Museo Archeologico di Priverno.

Il territorio di questo comune raggiunge il massimo dello splendore l’Abbazia di Fossanova e il suo villaggio medievale che potete visitare ancora oggi. L’Abbazia fu luogo di riposo e preghiera di San Tommaso d’Aquino, le cui reliquie si possono trovare ancora oggi all’interno della Cattedrale di Priverno. Da non perdere è la sagra della “Falia e Broccoletti”, che nel periodo di Marzo mette in mostra due dei prodotti tipici più buoni e amati dai cittadini di Priverno.

Guida di Priverno (http://discoverplaces.travel/it/Places2/guida-di-priverno/)

 

Discover Anagni

Papa numero 1…numero 2….

La città dei Papi, e che Papi! La città di Anagni è un luogo dall’infinita importanza storica e dalle origini antichissime, fu la capitale del popolo degli Ernici.

La città Ciociara deve il suo nome al fatto che è stato luogo natale di ben quattro Papi.

Ma è anche la sede di uno degli episodi più conosciuti della storia dell’eterna battaglia tra potere spirituale e potere temporale, “Lo Schiaffo di Anagni”, che vede come protagonista Papa Bonifacio VIII, oltraggiato dal re di Francia Filippo IV di Valois.

Anagni è preziosa nei suoi palazzi storici, come la Casa Barnekow, e nelle sue Chiese, come la Cattedrale di Anagni e con la famigerata Cripta, che oggi contiene uno dei più bei pavimenti Cosmateschi originali, al mondo. Anagni è un centro importante di eventi culturali, grazie anche al “Teatro Medievale” una delle manifestazioni che da anni animano le piazze e le vie del centro storico di spettacolo e Shakespeare. Non solo città dei Papi, ma anche dei Pampapati! Uno dei prodotti tipici di Anagni nel periodo invernale è il Pampepato (o Pampapato), un dolce tipico della Provincia di Frosinone, che però in questo borgo viene prodotto con il mosto delle uve locali.

Guida di Anagni (http://discoverplaces.travel/it/Places2/guida-di-anagni/)

 

Discover Rieti

Le vie di San Francesco sono infinite!

Il Capoluogo di Provincia che prende il nome dalla madre di Romolo e Remo, questo fa di Rieti una città dalle origini affascinanti e antichissime. Non soltanto con la Salaria (la via del sale), Rieti è collegata ai “padri fondatori” di Roma con un episodio molto particolare della nostra storia antica: il Ratto della Sabine.

Rieti diventa un centro di grande importanza religiosa grazie a San Francesco, che costruisce nella Sabina 4 importanti monasteri. Il territorio di Rieti ancora oggi è attraversato proprio dal Cammino di Francesco, percorso ogni anno da appassionati di trekking di tutto il mondo.

A San Francesco è anche attribuita la prima rappresentazione vivente della natività, che si dice sia stata per la prima volta rappresentata a Greccio, un borgo montano della Provincia.

La presenza del monte Terminillo, che sovrasta il panorama Reatino, e la Riserva Naturale di Ripasottile, lo rende il punto di partenza perfetto per gli amanti della natura e per chi vuole passare un weekend di relax in una delle Province più belle del Lazio.

Guida di Rieti (http://discoverplaces.travel/it/Places2/guida-di-rieti/)

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento

Condividi