25 Ottobre 2021

Pubblicato il

Elezioni Regionali, Parisi: Con noi il Lazio può tornare grande

di Redazione
"Possiamo avere o no una sanità che curi i nostri malati, possiamo o no tornare ad attrarre investimenti e avere un futuro o lo possono fare solo in Lombardia?"

"Sono contento di essere qui a Cassino, una città del Lazio trascurata da questa giunta, una parte della Regione che ha subito per cinque anni l'indolenza e il non far niente di Zingaretti". Lo ha detto Stefano Parisi, candidato del centrodestra a governatore del Lazio, in occasione del lancio della campagna elettorale da Cassino, in provincia di Frosinone.
"C'è stato un tempo in cui in questa terra si investiva, si lavorava, si pensava al futuro- ha detto ancora Parisi- Oggi invece siamo un popolo rassegnato. Le cose però non devono andare per forza cosi'.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Qui grandi aziende hanno costruito stabilimenti che hanno funzionato e funzionano perché ci lavorano persone capaci di creare valore. Le cose non vanno più come una volta, ma noi cittadini del Lazio dobbiamo lavorare non solo per fare in modo che questi stabilimenti rimangano aperti e continuino ad assumere, ma perché al loro fianco ritornino a nascere attività produttive, che la gente abbia l'opportunità di lavorare.

Oggi la Regione soffoca queste opportunità con l'incapacità dei politici che la dirigono, con la piu' alta addizionale Irpef e Irap di Italia. Con i loro freni, con i loro permessi. Le regioni si occupano soprattutto di sanità, e gli ospedali sono al collasso la gente va a curarsi e a fare gli accertamenti in Campania o al Nord.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Possiamo avere o no una sanità che curi i nostri malati, possiamo o no tornare ad attrarre investimenti e avere fiducia nel futuro o lo possono fare solo in Lombardia? Noi lavoreremo per una Regione diversa, più vicina ai cittadini. Che dica ai Comuni quali sono gli obiettivi, ma che lasci i territori liberi di amministrare le proprie risorse e i propri territori. Con noi il lazio può tornare grande".  (Ag. Dire)

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo