Vuoi la tua pubblicità qui?
27 Ottobre 2020

Pubblicato il

Equitalia: successo storico per i contribuenti

di Redazione

Daniele Capezzone, presidente della commissione Finanze della Camera, parla delle novità su Equitalia

"Desidero ringraziare il premier Letta, il vicepresidente Alfano e tutti i ministri. Ieri, su Equitalia, si e' concretizzato un successo storico per i contribuenti italiani. Un conto (come e' giusto e doveroso) e' pagare le tasse, altro conto (e questo e' invece inaccettabile) e' essere rovinato a causa di metodi troppo rapaci e a volte disumani".

Lo dichiara Daniele Capezzone, coordinatore dei dipartimenti Pdl e presidente della commissione Finanze della Camera.

Vuoi la tua pubblicità qui?

"Cosi' -aggiunge- la riforma liberale dei metodi e dei poteri di Equitalia assume una fortissima valenza anche sociale: salvaguardando la prima casa e i beni dell'impresa, e garantendo a chi e' in difficolta' tempi adeguati a rimettersi in regola, senza finire in ginocchio. La commissione Finanze della Camera aveva firmato e votato all'unanimita', su mia iniziativa, una mozione che il governo ha sostanzialmente fatto propria. Ringrazio il governo, dunque, a nome della Commissione, e di tutti i parlamentari di tutti i gruppi che hanno unitariamente concorso a quel documento".

"Ed esprimo anche -prosegue- la mia soddisfazione come esponente del Pdl per un metodo fecondo e positivo. La riforma di Equitalia e' stata una grande battaglia del Pdl e del Presidente Berlusconi. Attraverso un lavoro parlamentare equilibrato e serio, abbiamo dimostrato che non era una battaglia di parte, ma un possibile patrimonio comune, per tutti. E cosi' e' stato. Dunque, si materializza un successo di tutti e per tutti, del quale tutte le forze politiche possono sentirsi partecipi. Abbiamo dimostrato -conclude- che e' possibile realizzare un grande risultato per i contribuenti, e anche vincere tutti insieme una battaglia di civilta' fiscale". 

Vuoi la tua pubblicità qui?
Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento