Vuoi la tua pubblicità qui?
23 Settembre 2021

Pubblicato il

Federico Moccia in scena con “Compagni di Banco”

di Redazione
Al Teatro Vittorio Veneto di Colleferro torna Federico Moccia con "Compagni di banco"

Il Teatro Vittorio Veneto di Colleferro è pronto ad offrire un'altra serata da ricordare al suo pubblico. Giovedi 30 aprile alle ore 21,00 andrà in scena in anteprima nazionale la brillante commedia per la regia di Federico Moccia dal titolo "Compagni di Banco". Il cast è d'eccezione: da Michela Andreozzi (reduce dai successi di "Tale e Quale Show") a Christian Marazziti (da "Il Commissario Rex" ad altri film con lo stesso Moccia, Pupi Avati e altri grandi registi), Flora Canto (da "Uomini e Donne" ai più importanti palcoscenici teatrali nazionali), da Francesco Apolloni (noto al cinema per "Scusa Ma Ti Chiamo Amore" e altre fortunate commedie) al giovanissimo talento prodigio 17enne Lorenzo Zurzolo. La compagnìa è giunta a Colleferro già da lunedi sera, per l'allestimento e le prove dello spettacolo.

Ennesimo "colpo" dunque, per il Teatro Comunale di Colleferro che sotto la direzione artistica di Stefano Raucci ha visto passare sul palco attori e personaggi di spessore nazionale come Giorgio Albertazzi, Carlo Buccirosso, Lello Arena, Francesco Pannofino, Giorgio Pasotti, Gianni Ferreri, Michele La Ginestra e tanti altri. "L'obiettivo – spiega il direttore del teatro Stefano Raucci – è sempre stato quello di dare spazio a realtà nazionali e locali allo stesso modo, per permettere ad un pubblico di tutte le età di godere di spettacoli di ogni genere.

La scorsa settimana abbiamo ospitato un evento di solidarietà che ha richiamato a teatro oltre 400 persone, ma la programmazione anche in queste prossime settimane sarà molto ricca, dando anche il giusto spazio e risalto alle scuole e alle associazioni del territorio. Questa anteprima, in un giorno prefestivo, offrirà al pubblico la possibilità di passare una serata brillante e divertente, con nomi importantissimi del teatro e del cinema".

L'appuntamento è dunque per giovedi 30 aprile alle ore 21:00 con "Compagni di Banco": per informazioni e vendita dei biglietti, ci si può rivolgere al botteghino del teatro (sempre aperto dalle 10:00 alle 20:00) o chiamare i numeri 06.9781015 o 338.5274636.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Sinossi e trama  di "Compagni di Banco"

Vuoi la tua pubblicità qui?

Ci sono amicizie che resistono al tempo, nascono dai banchi di scuola e ti accompagnano per tutta la vita. Altre che non ce la fanno e si perdono, e durante la vita, a volte, ti ritrovi a pensare con nostalgia a quel rapporto così sincero, così complementare, e pensi a quanto sarebbe bello avere quel tuo amico a fianco anche adesso che la scuola non vi tiene più vicini. E se nel momento del bisogno la vita ti regalasse una seconda occasione?

Vuoi la tua pubblicità qui?

Stefano (Francesco Apolloni) incontra Antongiulio (Christian Marazziti) proprio nel momento peggiore per quest’ultimo, mentre è in piedi sul parapetto di Ponte Sisto e riflette se è meglio concludere buttandosi nel fiume la sua esperienza sulla terra. Stefano, allegro e un po’ incosciente, e Antongiulio, preciso e un po’ timido, si incontrano così, dopo 25 anni, loro che erano stati compagni di banco e migliori amici al liceo. Stefano prima tira giù dal parapetto Antongiulio, poi lo riconosce e decide di non lasciarlo solo, almeno finché non sarà sicuro che l’altro abbia rinunciato a buttarsi. Lo porta con sé a conoscere il figlio, con cui non è mai riuscito a entrare in sintonia, Riccardino (Lorenzo Zurzolo), e a rincontrare dopo tanti anni la sorella Lorella (Michela Andreozzi), con cui c’è ancora una misteriosa questione da risolvere, fin dai tempi di scuola

A sconvolgere ancora di più la situazione familiare allargata, arriva  a Roma provvisoriamente per un provino Claudia (Flora Canto), una bellissima attrice di provincia,  e in cerca  anche di ospitalità, che risveglierà l’energia giovanile dei nostri protagonisti e la maturità del piccolo Riccardino.

Una commedia, quasi una favola, per chi vuole ridere ed emozionarsi, che tratta con ironia e sentimento l’importanza di essere testimoni attenti l’uno nella vita dell'altro. 

 

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo