Vuoi la tua pubblicità qui?
17 Aprile 2021

Pubblicato il

Finanziere preso a sprangate a Cisterna, arrestati due albanesi

di Redazione

Avevano organizzato una spedizione punitiva nei confronti di un sottufficiale che indagava su uno di loro

La sua "colpa" è stata quella di aver indagato sulla posizione di un albanese di 38 anni, Arbis Vjerdha, il quale aveva la residenza a Brescia ma aveva dimorato per un qualche tempo a Cisterna di Latina. E' stato un sottufficiale della Guardia di Finanza della località pontina a disporre gli accertamenti ma lo svolgimento delle mansioni che gli competono poteva costargli caro, dal momento che Vjerdha ha organizzato un pestaggio nei suoi confronti.

A quanto pare, l'albanese si sarebbe fatto aiutare da un connazionale, il 25enne Elson Ivangaj, il quale avrebbe eseguito l'aggressione per conto del suo amico. Ieri mattina, il malcapitato è stato sorpreso alle spalle in via Martiri delle Fosse Ardeatine. E' così scattata un' "esecuzione" a suon di colpi di spranga, che hanno raggiunto il malcapitato alle spalle e al torace. Fortunatamente il sottufficiale è riuscito a schivare un ulteriore colpo diretto alla testa ed è stato in grado anche di disarmare il 25enne albanese.

Il finanziere ha anche potuto contare sull'aiuto di un poliziotto di Cisterna che aveva assistito alla colluttazione e ha messo a disposizione la propria automobile per inseguire i malviventi. I due si sono messi sulle tracce di Ivangaj, fuggito su una Mercedes ML sulla quale viaggiava anche Vjerdha, il mandante dell'aggressione. Malgrado gli albanesi fossero fuggiti, gli agenti hanno preso il numero di targa della vettura. A quel punto, il commissariato di Cisterna di Latina non ha avuto troppe difficoltà nel a risalire all’intestatario del mezzo, che era proprio Vjerdha, un nome per giunta noto alle forze dell'ordine a causa di precedenti per reati finanziari.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Gli uomini del commissariato di Cisterna hanno anche allertato i colleghi della Polizia di frontiera, ipotizzando che i criminali potessero partire alla volta dell'Albania. Il provvedimento si è rivelato quanto mai azzeccato, dal momento che nella serata di ieri l'auto di Vjerdha e Ivangaj è stata rintracciata a Bari, dove i due erano pronti a imbarcarsi. Fortunatamente sono stati tratti in stato di fermo dagli agenti della Polizia di Cisterna di Latina, giunti tempestivamente nel capoluogo pugliese. I due albanesi dovranno ora rispondere all'accusa di tentato omicidio in soccorso. Il finanziere aggredito si trova attualemente ricoverato all'ospedale "Santa Maria Goretti" di Latina a causa delle contusioni provocate dalle sprangate. La prognosi è di venti giorni.

Vuoi la tua pubblicità qui?

 

 

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento