Vuoi la tua pubblicità qui?
02 Dicembre 2020

Pubblicato il

Fiumicino, Aeronautica Militare

di Redazione

Concluso il XIII corso di diritto internazionale umanitario

Al corso, svoltosi presso il Centro Tecnico Rifornimenti di Fiumicino, hanno partecipato 28 frequentatori tra Ufficiali e Sottufficiali dell'Aeronautica Militare, dell'Arma dei Carabinieri e della Gendarmeria Vaticana.

Fiumicino, lunedì 13 maggio 2013 – Dal 6 al 10 maggio si è svolto presso il Centro Tecnico Rifornimenti di Fiumicino il XIII corso di Diritto Internazionale Umanitario (D.I.U.) per Operatori Internazionali.

Il corso – suddiviso in sessioni specialistiche sulle diverse tematiche del DIU applicabile ai conflitti armati – è stato organizzato dal Centro Tecnico Rifornimenti di Fiumicino grazie alla collaborazione della Croce Rossa Italiana (C.R.I.) e, in particolare, del Comitato per la Diffusione del D.I.U..
Il programma didattico è stato articolato in 30 ore comprendenti lezioni frontali, effettuate da docenti universitari e istruttori della C.R.I. e lo studio e la risoluzione in gruppi di lavoro di casi pratici in base alle nozioni apprese e con l'ausilio di tutor qualificati.

Vuoi la tua pubblicità qui?

La direzione del corso è stata affidata alla dottoressa Anastasia Siena, Vice Presidente della Commissione Nazionale per la diffusione del D.I.U., e alla dottoressa Guendalina Conte, Referente Regionale Lazio per il D.I.U, mentre il CTR ha garantito il supporto logistico ed organizzativo.
Il Corso ha visto la partecipazione di 28 frequentatori tra cui ufficiali e sottufficiali dell'Aeronautica Militare provenienti da più parti d'Italia, di un maresciallo dei Carabinieri e personale della Gendarmeria Vaticana.

Vuoi la tua pubblicità qui?

La chiusura del corso, alla presenza della Direzione Corsi e dell'avvocato Gerardo Di Ruocco, ha visto la partecipazione del Generale di Divisione, Giuseppe Li Causi, Capo del Servizio dei Supporti del Comando Logistico e del Col. Francesco Grassi, Comandante del CTR.

A margine delle operazioni di chiusura, durante le quali sono stati consegnati i diplomi e i distintivi ai neo-operatori internazionali in DIU, il Colonnello Grassi, facendo i complimenti ai frequentatori per la nuova qualifica, ha ringraziato la Croce Rossa Italiana senza la quale non sarebbe stato possibile organizzare un corso così importante.
Il Generale Li Causi, ha evidenziato il valore di questa attività ai fini della preparazione del personale militare su tematiche di assoluta importanza nell'impiego dello strumento militare in operazioni fuori area in un contesto socio- politico che, anche in Europa, è profondamente cambiato e tali evoluzioni hanno stimolato la Forza Armata a rendere sempre più dinamica la propria policy indirizzandola anche sull'accrescimento delle conoscenze del personale verso il Diritto Internazionale Umanitario. Il Generale ha ringraziato la Croce Rossa Italiana perché, ha sottolineato, una materia così delicata e fondamentale può essere insegnata solo da chi alla qualità delle nozioni associa esperienza ed impiego effettivo sul campo, proprio come le donne e gli uomini della CRI.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Particolarmente significativo anche l’intervento della Dottoressa Siena che ha evidenziato come uno dei compiti principali della Croce Rossa Italiana sia la disseminazione del Diritto Internazionale Umanitario e l'attività di supporto alla Comunità Internazionale per la legiferazione sul D.I.U. che, ovviamente, si deve evolvere in base ai cambiamenti degli scenari mondiali. La Dottoressa ha concluso sottolineando come la collaborazione con le Forze Armate sia oramai radicata da tempo e ha voluto porre in risalto come proprio l'Aeronautica Militare sia stata in assoluto la prima Forza Armata a comprendere l'importanza della conoscenza dei fondamenti del D.I.U. partecipando e organizzando corsi come quello appena concluso.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento