Vuoi la tua pubblicità qui?
29 Novembre 2021

Pubblicato il

Fiumicino, amministarzione e cittadini contro sciacalli

di Redazione
Continua emergenza maltempo e si affaccia pericolo sciacalli: rubata una jeep

A Fiumcino è ancora emergenza. Dopo che nella giornata di ieri l’acqua nei canali si è abbassata di 10 cm attraverso il lavoro incessante delle pompe idrovore, oggi è stata la giornata dell’unione di cittadini e amministratori nel fronteggiare le varie criticità del territorio.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Mentre l’emergenza maltempo stimola la buona volontà dei cittadini che scelgono di mettersi a disposizione, dall’altro lato si affaccia puntualmente il pericolo sciacalli. La scorsa notte infatti alcuni ignoti hanno rubato il fuoristrada che un cittadino aveva messo a disposizione della Protezione civile, con tanto di insegne, per prestare soccorso alle famiglie colpite dagli allagamenti. I ladri, per compiere il furto, hanno anche avvelenato i suoi cani che ora sono ricoverati in un ambulatorio veterinario.

Vuoi la tua pubblicità qui?

La situazione di emergenza della zona di Isola Sacra è stata affrontata nella riunione informativa che si è svolta nel pomeriggio di oggi, mercoledì 5 febbraio, presso il Consiglio comunale. Nell’incontro è emersa la volontà dell’amministrazione e delle forze politiche di destra e di sinistra di unire le forze per proseguire gli interventi sul territorio, che nei prossimi giorni potrebbero essere ostacolati da nuove perturbazioni meteorologiche.
Alla riunione erano presenti il sindaco del Comune di Fiumicino Esterino Montino, il Generale dell’Esercito Pier Luigi Monteduro, il Presidente del Consiglio Michela Califano e i capigruppo di maggioranza e opposizione, e si sono illustrati gli interventi messi in campo dalle autorità civili e militari anche per questa notte e per i prossimi giorni.

Oggi sono 34 i canal jet (autospurgo in grado di raccogliere in pochi minuti 12mila litri di acqua) in azione all’Isola Sacra e in localita’ Le Vignole – ha fatto sapere il Comune – A questi si aggiungono una cinquantina di pompe che stanno lavorando incessantemente sul territorio. Si agisce su canali, strade e abitazioni in maggiori difficolta’. Tutte le forze dell’ordine sono impegnate nelle operazioni. L’Esercito e’ al lavoro con 60 uomini, circa 30 mezzi e 9 idrovore per far fronte all’emergenza”.

L’amministrazione precisa che “138 persone sono ospitate dal Comune di Fiumicino presso le strutture alberghiere o in casa famiglia. Di queste 75 sono adulti e 63 minori. Attualmente sono in distribuzione sia presso il centro Catalani che direttamente nelle abitazioni, circa 500 pasti. Migliorata la situazione a Le Vignole dove, grazie al lavoro delle squadre dei Lavori Pubblici e della Protezione Civile, strade e abitazioni sono state liberate dall’acqua”.

“Ho fatto un sopralluogo al Consorzio di Bonifica e il livello dei canali delle acque alte e delle acque basse si e’ abbassato di ulteriori venti centimetri”, ha affermato Montino. Anche sul fronte del commercio la situazione è molto critica: secondo il presidente della Confcommercio Roma, Giuseppe Roscioli, sono centinaia le attivita’ in ginocchio tra Roma, Ostia e Fiumicino, magazzini allagati, attrezzature danneggiate. La stima dei danni che risulterebbe ad oggi ammonta a circa 5 milioni di euro, ma probabilmente la cifra sarebbe calcolata per difetto.

Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo