Vuoi la tua pubblicità qui?
13 Maggio 2021

Pubblicato il

Fiumicino, gli rubano l’orologio mentre passa i controlli in aeroporto

di Redazione

Vittima dell'accaduto un medico romano: "Ho denunciato subito l'accaduto al posto di polizia del Terminal 3 e poi al commissariato della zona in cui abito"

Un medico anestesista romano in partenza per Ginevra ha subito il furto dell'orologio mentre stava effettuando i controlli di sicurezza nell'aeroporto di Fiumicino. A raccontare il fatto, avvenuto ieri mattina, è la stessa vittima: "Avevo messo l'orologio nella vaschetta, come anche gli altri miei effetti personali che sono passati sotto il 'secursan': il personale addetto alla sicurezza mi ha sottoposto a un controllo e sono stato spostato a diversi metri di distanza dai miei bagagli. Ho fatto presente di controllare le mie cose, ma quando mi sono potuto riavvicinare l'orologio non c'era più. Ho denunciato subito l'accaduto al posto di polizia del Terminal 3 e poi al commissariato della zona in cui abito".

"Quell'orologio – spiega il medico – era un pezzo unico cui ero molto legato affettivamente. Mi sembra assurdo essere derubati in questo modo durante un controllo di sicurezza, invece di essere tutelati. Inoltre per fare la denuncia ho perso il volo e rinunciato al mio viaggio in Svizzera".

Vuoi la tua pubblicità qui?

Le prime indagini escluderebbero la responsabilità del personale predisposto ai controlli di sicurezza. Gli addetti aeroportuali hanno da subito avvisato la Polizia presente nello scalo e hanno fornito la massima collaborazione per ricostruire quanto accaduto. Verifiche sono in corso da parte delle forze di polizia per individuare i responsabili del gesto.

Vuoi la tua pubblicità qui?

 

Vuoi la tua pubblicità qui?

Leggi anche:

Disagi all'aeroporto di Fiumicino per protesta NCC e allarme bomba

Scalo Fiumicino, centinaia turisti in fila per taxi: solo 5 auto

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento