Vuoi la tua pubblicità qui?
28 Settembre 2022

Pubblicato il

Fondi, gli vietano di avvicinarsi alla moglie: si lancia dal tetto per fuggire all’arresto

di Redazione
Dopo il salto dal tetto e il rocambolesco inseguimento gli agenti sono riusciti ad arrestare il giovane
Auto della Polizia di Stato
Auto Polizia di Stato

Ha violato il divieto di avvicinamento alla moglie e per questo è stato arrestato. Un ragazzo di 19 anni di origini indiane è stato rintracciato dalla polizia a Fondi che solo alcuni giorni prima era già dovuta intervenire in soccorso della giovane donna, sua connazionale. 

Fondi, 19enne trasgredisce il divieto di avvicinarsi alla moglie e si lancia dal tetto

Il ragazzo, in spregio al divieto impostogli dal giudice aveva raggiunto la consorte e l’aveva costretta a lasciare l’abitazione nel centro storico di Fondi dove vivevano, contrariamente a quanto stabilito dal Tribunale, che appunto aveva imposto a lui di lasciare l’abitazione e di non avvicinarsi alla moglie. In quella circostanza però gli agenti non erano riusciti a rintracciarlo.

Il pm, su segnalazione della polizia di Fondi, ha chiesto al gip di emettere un ulteriore provvedimento cautelare, dato “il crescente pericolo corso dalla parte offesa”. Così il giudice ha ordinato l’arresto del 19enne.

La polizia si è attivata per rintracciare il giovane che nel frattempo si era rifugiato in una struttura degradata e nascosta. Raggiunto dagli agenti, il ragazzo prima ha fatto finta di aderire alla loro richiesta di seguirli in Commissariato. Inaspettatamente invece è salito sul tetto dello stabile lanciandosi a terra e scappando via nella campagna limitrofa. I poliziotti, nonostante la folta vegetazione, le diverse recinzioni a protezione delle diverse proprietà, sono comunque riusciti a raggiungerlo dopo un inseguimento e lo hanno arrestato.

Lazio, controlli nei parchi acquatici e piscine: chiusi centri a Viterbo e Latina

 

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo