Vuoi la tua pubblicità qui?
08 Dicembre 2021

Pubblicato il

Forconi a Roma: “Pronti al caos”

di Redazione
Il leader Ferro:"Se non otterremo risposte occuperemo i Comuni". Sancita la rottura con Calvani

Vi avevamo dato notizia del ritorno dei Forconi a Roma, previsto per la giornata odierna all'Hotel Nazionale di Piazza Montecitorio.

Mariano Ferro, leader del movimento in Sicilia ha annunciato lo svolgimento di "assemblee nei territori per arrivare a una data che al momento non c'è, per portare un milione di persone a Roma, vogliamo avere i numeri".

Non è mancata un'autocritica sulla condotta messa in atto durante le proteste del mese di dicembre: "Il 9 dicembre c'è stata una confusione enorme, l'emblema del fallimento, abbiamo lavorato male e la colpa è nostra. Dobbiamo resettare il 9 dicembre e ripartire oppure l'Italia affonderà".

Il progetto è ricominciare dai territori con "occupazioni dei Comuni perché non ci dicono cosa vogliono fare per chi non può pagare la Tares e in Sicilia faremo incontri con i Prefetti. Siamo pronti a fare il caos, non ci potranno fermare, senza risposte faremo il caos".

Vuoi la tua pubblicità qui?

Ferro poi liquida l'iniziativa di Danilo Calvani: "Il 9 febbraio ci sarà l' ennesima manifestazione per fare un altro flop che non servirà a nessuno. Dice che vogliono arrivare a Roma a piedi. Ma quanti saranno? Noi- prosegue il leader siciliano- non ci vogliamo far strumentalizzare da nessuno, non accettiamo la violenza ma non vogliamo neanche subire".

Vuoi la tua pubblicità qui?

La richiesta alla politica è dare risposte sulle emergenza sociali del Paese: "Letta, Renzi, Berlusconi devono dirci che stanno con l'Europa che ci strangola e con l'Italia". Infine un appello per raccogliere i fondi per portare avanti la protesta: "Questo progetto non va avanti se non ci sono anche i fondi che cominciano a mancare, facciamo un appello agli imprenditori sani"

Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo

Vuoi la tua pubblicità qui?