Vuoi la tua pubblicità qui?
02 Agosto 2021

Pubblicato il

Frosinone, maxi sequestro a pericoloso sodalizio criminale

di Redazione
Sequestrate a una coppia rom ville, auto e conti depositi per oltre 1 mln. I due fanno parte di un sodalizio dedito allo spaccio

Maxi sequestro a Frosinone, ai danni di una coppia di rom, facenti parte di un gruppo criminale dedito al traffico di sostanze stupefacenti. Nella giornata odierna, i Carabinieri del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo, su mandato della Procura della Repubblica di Frosinone, hanno dato esecuzione al sequestro preventivo di beni mobili, immobili e conti correnti  nei confronti dei soggetti incriminati e di altri familiari conviventi. La coppia è stata inoltre sottoposta alla misura della sorveglianza speciale. In totale sono state sequestrate tre ville, due site a Frosinone e una a Ferentino, 10 conti depositi a risparmio e 5 auto. 

Vuoi la tua pubblicità qui?

L’odierno provvedimento trae origine da una proposta di applicazione della misura cautelare reale inoltrata dai Carabinieri di Frosione, in prosieguo delle attività d’indagine, coordinate dalla DDA di Roma e dalla Procura della Repubblica di Frosinone. Nei confronti del sodalizio criminale dedito al traffico di sostanze stupefacenti,  oggetto delle suddette indagini, erano stati emessi analoghi provvedimenti, emessi ai sensi dell’art. 321 c.p.p. e 12 sexies L. 356/92, nel febbraio 2013. Le indagini cominciarono nel 2011,  a seguito del ferimento di un soggetto di etnia rom avvenuto a Frosinone il 6 giugno, quando vennero arrestati, per tentato omicidio, due soggetti di etnia rom, Pasquale Di Silvio e Roberto Di Silvio).

Vuoi la tua pubblicità qui?

L’indagine permise di acquisire elementi a carico di complessivi 22 indagati, tra i quali i due colpiti dall’odierno provvedimento, tutti ritenuti appartenenti a un’organizzazione dedita alla detenzione e spaccio, in Frosinone e altre località, di sostanze stupefacenti, prevalentemente cocaina, fornita da soggetti sempre di etnia rom domiciliati a Frosinone e Roma, alcuni dei quali in rapporto di parentela con la nota famiglia dei Casamonica. Il giro di affari si aggirava su circa 50.000 euro mensili.

 

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento